Utente 991XXX
Buonasera.
Desidererei chiedere una vostra opinione in merito ad una sudorazione notturna che nelle ultime settimane mi vede spesso svegliarmi umido in piena notte nella zona testa-collo-spalle. Un'umidità che non mi costringe a cambiarmi (per ora...) ma che mi ha fatto sobbalzare quando cercando su internet ho visto che può essere un sintomo precoce di linfoma. Devo dire che ad eccezione di questo "disturbo" sto bene. Non ho notato linfonodi ingrossati nelle sedi tipiche. Ammetto, ahimè, di avere una certa fobia per le malattie che mi ha portato in passato a temere il peggio al presentarsi di altri segnali. Tuttavia, il sintomo c'è... ed i dubbi, pure.
Ringraziando per il servizio da voi offerto, porgo cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, oltre a consultare il suo medico, che potrà eseguire una visita completa,prima di spaventarsi per ipotesi di patologie gravi sarebbe da considerare che la sudorazione notturna può dipendere dal russare nel sonno con episodi di apnea.
Un primo orientamento diagnostico in tal senso si ottiene con semplici domande al paziente e al partner: il paziente russa abitualmente? arresta il suo respiro anche per una decina di secondi almeno? riferisce bruschi risvegli notturni?, al mattino si alza stanco? di giorno é stanco e sonnolento? In caso di risposte positive il quadro va approfondito per la conferma diagnostica e per la scelta della più adeguata terapia.
Se crede, mi faccia sapere.
Cordiali saluti ed auguri
[#2] dopo  
Utente 991XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera dott. Bernkopf; la ringrazio per la sua risposta.
In generale non parrebbero esserci problemi di questo tipo (apnee o simili) o almeno così riferisce mia moglie...
Bruschi risvegli: a volte capita, ma solitamente il risveglio avviene verso le 2 di notte e non è appunto "violento". Sonnolenza durante il giorno: anche questa, sì e no... dipende da tanti fattori, compreso se la notte stessa a seguito del risveglio mi riaddormento in tempi rapidi o meno.
Tuttavia, proprio in questi giorni mi sono sottoposto ad esami ematici di routine (emocromo, transaminasi, ves, pcr, creatinina,urea,glucosio ) risultati tutti nella norma.
Imputando la sudorazione notturna anche all'ansia (circolo vizioso in quanto alimentata dal disturbo stesso) speravo il referto rassicurante del prelievo determinasse la cessazione dell'ansia e quindi del problema; invece, il problema permane...
Apprezzerei una sua ulteriore opinione.
Grazie, cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, se il partner non dà risposte certe sul problema, o comunque per escludere questo problema, si può effettuare un esame del sonno che si chiama Polisonnografia. Lo si può organizzare anche a domicilio, e refertarlo via internet, previa visita, ovviamente.
Cordiali saluti.