Utente 367XXX
Gentili dottori ,
Da quest''estate che improvvisamente non riesco piu a respirare, a fare respiri profondi
Sto malissimo!! Non riesco più a respirare con la bocca come prima, non mi passa l''aria in trachea come se qualcosa mi ostruisse il passaggio dell''aria.
Tutto è iniziato quest''estate, mi trovavo in palestra; faccio boxe e dopo un incontro durato molto, dove mi ero stancato parecchio ed affaticato moltissimo, vado a correre velocemente sul tapisroulant quando tutto ad un tratto mi sento svenire, allora mi fermo mi sdraio e perdo i sensi, dopodichè mi viene forte vomito e dopo aver vomitato mi manca l''aria cronicamente.....non riesco più a respirare da quel giorno!!! ( dopo che ho vomitato mi sono recato in ospedale e mi hanno fatto un ECG ma è uscito negativo); sono andato dallo pneumologo privatamente e ho portato la rx del torace ma ha detto che è tutto nella norma e che non ho neanche l''asma e che non sarebbe servito fare la spiriometria,dall''otorino mi ha detto che è tutto negativo, l''allergologo nessuna allergia, il gastroenterologo, dove ho fatto anche la gastroscopia ha detto che è tutto nella norma................Ho notato che non c''è la faccio piu a fare sport , che al primo scalino ho subito il fiatone e devo sedermi!! Prima non era così, non sono fumatore.....sono 6 mesi che sto così e non so più come fare, che altri esami posso fare??se è una questione di cuore si vedeva dall''elettrocardiogramma in ospedale o mi consigliate una visita specialistica anche dal cardiologo?? Cosa puó essere stato?? Prima respiravo benissimo, ho notato che per far entrare l''aria nei polmoni devo fare uno sforzo enorme, ci riesco ma devo sforzarmj parecchio, perció dai polmoni non esce nulla di positivo perchè l'aria entra ma con uno sforzo disumano,come se qualcosa mi ostruisse il suo passaggio,infatti quando dormo, mia madre ha notato che la cassa toracica e la pancia rimango fermi e la mattina quando mi sveglio avendo respirato poco per tutta la notte, mi sveglio con una mancanza di respiro totale, con affanno., praticamente ogni respiro che faccio non è automatico, ma lo faccio io per far entrare piu aria, xke se respirassi in automatico non mi entra proprio, me ne entra pochissima. Ne ho provate di tutte, nonostante non avessi disturbi di ansia o stress, mi sono recato da uno psicoterapeuta ,mi ha dato zoloft e xanax per 6 mesi, ho fatto psicoterapia e training autogeno, 6 mesi sono scaduti ma niente, mi sento piu rilassato ma non riesco ugualmente a respirare come prima. Le analisi sono tutte Ok.
Grazie e a risentirci

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
I sintomi che lei riferisce farebbero pensare più a un problema di tipo polmonare che cardiaco.

E' comunque strano che durino tanto tempo; se la visita pneumologia non è stata fatta di recente, la ripeterei. E comunque le prove di funzionalità respiratorie le farei lo stesso.

Come test da fare, io proverei a fare anche un' emogasanalisi arteriosa e venosa.
Potrebbe fare un ecocaridogramma ed eventualmente un test da sforzo (per valutare meglio che cosa succede quando le manca il respiro.
[#2] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottoressa faró tutto ció che mi dice lei, se puó dirmi anche dove si fanno l'emogasanalisi arteriosa e venosa, e l'ecocardiogramma ed il test da sforzo....da quale specialista intendo, per prove di funzionalità respiratorie lei cosa intende?? Spiriometria e??
Grazie e a risentirci
[#3] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
L' emogasanalisi si fa prelevando una piccola quantità di sangue arterioso e una di venoso. Quindi, si fanno in laboratorio d' analisi.

Ecocardiogramma e test da sforzo sono di competenza cardiologica.

Prove di funzionalità respiratoria (che è il termine più corretto per dire spirometria) dallo pneumologo.
[#4] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottoressa , quindi prove nonostante sia al plurale indica solo la spirometria?
Pensa che una polisonnografia possa essere utile?
Grazie e a risentirci
[#5] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Dottoressa volevo sapere a cosa serve questa emogasanalisi arteriosa e venosa e a quale specialista devo portare il risultato delle analisi, visto che sto per andare a farle.
Grazie e a risentirci
[#6] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Dottoressa l'emogasnanlisi si fa a stomaco pieno o vuoto??
[#7] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
L'emogasanalisi si può fare in qualsiasi condizione. Misura semplicemente la quantità di ossigeno e di anidride carbonica nel sangue venoso e in quello arterioso. Serve per capire se la mancanza di respiro corrispone effettivamente a un calo di ossigeno nel sangue (e allora c'è un problema di scambi a livello polmonare). Se invece si registra un abnorme calo di anidride carbonica si può pensare a un' embolia polmonare. Se i due esami sono normali, la situazione è rassicurante.