Utente 277XXX
Salve,
dato che per un periodo di qualche mese ho accusato dei disturbi alla schiena, anche se senza dolore forte, che si acuivano dopo lo svolgimento di attività sportiva e che per circa 20 giorni ho rilevato un leggera insensibilità di una zona di 10cmx20cm sulla parte alta della coscia destra, ho eseguito degli esami per verificare problemi a carico della colonna vertebrale.
Ho fatto radiografia lombo-sacrale e TAC lombosacrale.

Questi sono i referti degli esami:

RX: tratto lombare in asse con normale morfologia dei singoli metamerie e lieve riduzione asimmetrica dello spazio intersomatico L5-S1.
Schisi a fessura dell'arco posteriore di S1.

TAC (da L3 a S1):
A livello di L4-L5 si apprezza modesta protusione discale mediana con impronta sul sacco durale.
Artrosi interapofisaria di tutto il tratto esaminato.
Normale ampiezza del canale midollare.
Non lesioni ossee a focolaio a carico dei metameri vertebrali esaminati.


Da questi esiti il mio medico di famiglia ha diagnosticato una ernia del disco dicendo che l'unico modo per stare tranquillo sarebbe toglierla.
Io ho qualche dubbio a riguardo di questi interventi. A breve faro la visita ortopedica.

Voi cosa ne pensate alla luce di questi esami e come procedereste?

Grazie in anticipo e buona giornata a tutti.
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non conoscendo il quadro clinico, non avendoLa visitata, non ho elementi per confutare la indicazione del Suo medico che invece ha potuto rendersi conto della situazione con la visita diretta e con la visione delle immagini della TAC e non del solo referto.
In linea generale, e solo in base alla Sua descrizione e al referto trascritto, se si dovese operare qualsiasi "modesta protrusione mediana" saremmo tutti operati, e più di una volta, senza contare che privare di un disco la colonna di un giovane di 28 anni può comportare conseguenze a breve e medio termine di rilievo.
Occorre quindi valutare la colonna e vedere bene anche rx e tac per capire bene qual è il disco coinvolto e per individuare eventuali rapporti tra i Suoi disturbi e quanto evidenziato da rx e tac. L'ortopedico che La visiterà prossimamente saprà fornirLe le informazioni specifiche per il Suo caso. Ci tenga aggiornati se lo desidera.
Cordiali saluti