Utente 369XXX
gentili dottori vi scrivo in merito a delle perdite trasparenti che mi affliggono da ormai due mesi.
dopo esami delle urine che evidenziavano una leggera leucorrea il mio medico mi ha consigliato urino coltura risultata negativa.
mi sono allora rivolto ad un Andrologo privatamente a cui ho spiegato la sintomatologia e specificando che non avevo in quel periodo avuto rapporti a rischio.
Visitandomi all'esame obiettivo, solo guardando l'interno del meato urinario senza nessun strumento ha asserito di vedere la secrezione (che a me in quel momento pareva proprio non esserci visto che dopo molte settimane oramai era proprio ridotta ad una piccola gocciolina al mattino) mi ha parlato di Clamidia e mi ha prescritto VECLAM 500 RM una al di per 7gg e prescritto spermiografia dopo 15gg.
Fortunatamente il mio medico prima di incominciare la cura mi ha consigliato un test per mts tramite urina di cui aspetto il risultato.
alla luce di ciò,lae mie domande sono le seguenti:
è normale diagnosticare una infezione e prescrivere una cura senza esami specifici?
L'andrologo ha seguito una prassi normale? e soprattuttola cura con VECLAM è efficace?
ed in fine una secrezione uretrale trasparente è sempre sinonimo di una malattia infettiva?

Mi scuso se mi sono dilungato e in anticipo la ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,va da se che senza una sintomatologia disurica e,principalmente,senza una positivita'delle indagini batteriologiche,la terapia antibiotica non trovi un razionale.Spesso il Paziente spreme sistematicamente il glande alla ricerca della secrezione,favorendone così' il procrastinarsi della stessa.Potrebbe trattarsi di una banale congestione.Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio molto per l'intervento così celere ma non capisco la relazione tra la spremitura del glande e una diagnosi fatta forse un poco all'acqua di rose da quanto capisco.
Aspetterò i risultati delle analisi.
Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...spesso si cerca di far uscire la secrezione spremendo il glande...,mentre la stessa deve essere spontanea.Cordialita'