Utente 574XXX
Raissumo brevemente la mia storia.
Malessere generale da circa un anno (febbricola, stanchezza, sonnolen za diurna, tosse fastidiosa, frequenti risvegli notturni)
Tonnellate di esami (esami del sangue, urine, tac, radiografie, risonanze, pet , ecc)
Gli unici risultati sono positività agli ana (1:320), tiroidite autoimune (ma con funzionalità ancora nella norma), eosinofilia (ma senza individuare alcun componente allergico particolare, leggera allergia agli inalanti)
Tutto il reto è ok.
sò che può sembrare strano, ma visto che non so più cosa pensare mi sono ricordato che tutto è iniziato quando ho sostituito il parquet della mia camera con un altro.
Può esistere una componente allergica legato non tanto al legno, quanto ai collanti utilizzati su cui conviene indagare ?
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Si' si potrebbe pensare a una tossicita' non solo allergica ma anche di tipo chimico (formaldeide) o cellulomediata o legata a precipitine (IgG che precipitano in immunocomplessi, anziche' IgE), ma se lei ha questo sospetto, qualunque allergologo le consiglierebbe di fare prima una "prova circostanziale" andando a dormire per due mesi in un'altra stanza e minimizzando l'esposizione all'ambiente sospetto.

Se ne traesse un chiaro beneficio, avrebbe trovato in un colpo solo diagnosi e terapia, consistente purtroppo nell'espianto del parquet.

Pero' attento anche alle suggestioni, perche' ANA e tiroidite non sono segnali da sottovalutare.