Utente 370XXX
Salve.
Sono un ragazzo di 20 anni e vi scrivo per avere un vostro parere.
So che le risposte più frequenti, giustamente, mi consiglieranno di andare a farmi visitare direttamente da un medico specializzato ma da seguito capirete che ho già fatto alcune visite.
Nel 2014 purtroppo ho subito vari casi di grandissimo stress e paura che forse mi hanno portato a questi malesseri,
Da circa Luglio dello scorso anno non mi sento tanto bene. A periodi inizio a sentire vari sintomi tra cui, piccoli (per ora mai fortissimi) dolori e fastidi al petto che variano dal centro alla parte sinistra. Nodi alla gola, nausea, e respiro affannoso e delle noie o proprio dolori al braccio sinistro che vanno dalla mano alla spalla (dipende dalle occasioni). Poco più di un anno fa per u forte dolore al petto sono andato al pronto soccorso ma tramite sia esami del sangue seguiti da un' elettrocardiogramma e successivamente un ECO-CUORE mi è stato diagnosticato un semplice rilascio di acido lattico dei muscoli pettorali. Invece alla fine di Agosto ho eseguito un altro elettrocardiogramma per donare il sangue e anche li tutto normale. Però continuo a sentirmi così e quando ho questi attacchi che di solito durano qualche settimana non ho più voglia di vivere. In questi giorni però mi si è intensificata e diciamo ho abbastanza paura. La pressione me la misuro circa 3 volte al giorno e varia la minima da 50 a 65 , la massima dai 115 ai 135 e le pulsazioni dai 57 agli 80. Dal mio medico curante ci sono andato almeno 4 volte da agosto per questo problema ma continua a dirmi di stare tranquillo e mi ha detto di prendere solo delle capsule di valeriana due al mattino e una alla sera. Questa cura l'ho iniziata da una settimana. Cosa pensate voi. Lo stress può comportare tutte queste cose davvero? Può l'ansia far durare mettere insieme tutti questi sintomi? Concludo dicendo che anche il braccio avvolte destro o sinistro mi si "addormenta" ma di solito accade se ci dormo sopra o sto appoggiato su di esso da tempo con la testa. Inoltre il bracci sinistro in cui avverto i dolori qualche anno fa mi si è rotto più o meno al livello centrale dell'mero con una frattura scomposta, Scusate per la lunghezza del messaggio e spero di essermi spiegato bene. Grazie mille in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, il consiglio che mi sento di darle è di rivolgersi ad un bravo psicologo. Anche se le sembrerà difficile accettarlo, ma i suoi sintomi sono sicuramente amplificati dall'ansia e comunque non hanno alcuna relazione con il suo cuore.
Cordialità