Utente 370XXX
Mio padre ha subito a settembre due interventi per occlusione intestinale; nel secondo gli è stato praticato un bypass. Dall'ecografia addome fatta in questi giorni risulta: colecisti alitiasica,aorta addominale n.d.n., area fibro calcifica in corrispondenza del polo inf splenico (esiti chirurgici?).Significa qualcosa di grave o possiamo stare tranquilli?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
occorrerebbe avere più dettagli sulla patologia iniziale e il tipo di interventi, anche per stabilire se l'ecografia sia un esame adeguato a valutarne i postumi e gli esiti.
L'esame, così come riferito, non sembrerebbe rilevare condizioni degne di preoccupazione. Ma un diverso approfondimento diagnostico potrebbe essere necessario.
[#2] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dottore,

mio padre ha avuto un'ischemia intestinale con conseguente blocco intestinale. Nel primo intervento gli hanno rimesso a posto l'intestino in quanto rivoltato e tolto l'appendice: il chirurgo sosteneva esservi un tumore che comprometteva anche stomaco, milza, appendice e pancreas. Dopo una settimana il secondo intervento con deviazione del colon tramite bypass, probabilmente tagliando i pezzi di intestino dove ormai non circolava più il sangue.
Il chirurgo sosteneva che avrebbe dovuto togliere anche milza, pancreas e un pezzo di stomaco ma non lo ha fatto in quanto si sarebbe rivelato mortale per il paziente un intervento così complesso.

La ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Per la verità la condizione di Suo Padre non appare molto chiara.
Credo che la cosa migliore sarebbe richiedere copia della documentazione clinica.
[#4] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dottore,
in questi giorni mio padre (in settembre operato due volte all'intestino per blocco intestinale, durante le quali gli hanno disteso il colon, tolto l'appendice e fatto un bypass), ha fatto una TAC con i seguenti risultati:
diffuso ispessimento del peritoneo, associato a ispessimento dei mesi e dell'omento di aspetto micro e macronodulare,quest'ultimo in particolare al disopra del colon trasverso (reperto di maggiori dimensioni di 15x12 mm di diam. max) e a sede parietocolica sinistra, come da carcinosi peritoneale.
Almeno 2 focalità ipodense dimensioni max 1,7x1,4 cm a livello del VI segmento epatico, di verosimile natura ripetitiva.
Ectasia dell'aorta addominale diametro max 29x25 mm (APxLL) al passaggio diaframmatico.
Diverticolosi del retto-sigma residuo.
Alcune calcificazioni in sede pelvica in prima ipotesi riferibili a fleboliti.
Non versamento endoperitoneale.
Disomogeneo ispessimento della parete addominale antero-laterale destra, in sede di cicatrice chirurgica.
Polmoni: presenza di strie fibrotiche-disventilatorie in sede bibasale.
Reni nei limiti con calcoli di 7 mm e 2 mm, rispettivamente a livello del gruppo caliceale superiore del rene di destra e sinistra.
Prostata di dimensioni aumentate (diam. trasverso max circa 5cm) con alcune calcificazioni nel contesto e terzo lobo aggettante sul pavimento vescicale.
Non alterazioni TC basali percepibili di rilievo a carico dei restanti organi parenchimatosi dell'addome.

[#5] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
Purtroppo a fine marzo ha riavuto un blocco intestinale e dopo due ricoveri e terapie palliative a domicilio è deceduto in una struttura a giugno. Non è valso neanche l'uso di viscum album prescrittogli da un oncologo.