Utente 370XXX
Dal 2009 ho iniziato ad avere problemi di erezione e mi sono rivolto ad un andrologo, il quale dopo avermi prescritto gli opportuni esami riscontava : - astenospermia lieve – Esami ormonali nella norma.
Terapia = Permixan 320 e gonasi mp 5000
Per un periodo non ho avuto più problemi.
Successivamente al ripresentarsi del problema, mi rivolgo al mio medico curante il quale mi prescrive: Cialis 10 mg – (mezza pillola da assumere indifferentemente dai rapporti per 4 giorni).
Nel 2012, preoccupato per detto problema mi rivolto all’ area di Andrologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Napoli.
In questo caso mi consigliarono: l’astinenza dalla terapia con il Cialis definendo il problema prettamente di natura psicologica.
Negli ultimi 2 anni ci sono periodi in cui non manifesto assolutamente problemi sessuali e altri che, nonostante gli sforzi del partner la tensione dell'erezione è assente o non risulta sufficiente per un normale rapporto, nonostante attraverso l'autoerotismo riesco ad ottenere un'erezione normale.
Ne ho parlato con la mia compagna, e lei evidenzia che il rapporto è più “mentale” che “fisico” e lei risconta questi problemi soprattutto (e non solo) quando sono stressato, pensieroso e ansioso.
Ho cercato in rete qualche consiglio e ho preso consapevolezza che ormai ho superato la soglia dei 40 il mio corpo è in fase di cambiamento, ma ciò nonostante questo problema mi sta facendo vivere molto male.
Sempre in rete ho cercato qualche rimedio naturale (anche per un supporto “mentale”), ho letto del Tradamix oppure della proprietà dell’arginina… vuoi potete darmi un consiglio?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quello che possiamo consigliarle è di non pasticciarsi e, senza perdere altro tempo prezioso, sentire in diretta un bravo ed esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

http://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

"il fai da te" è sconsigliato perché può innescare effetti controproducenti, mentre è consigliabile un colloquio con lo specialista per chiarire se siano presenti condizioni organiche alla base della sua problematica e quindi procedere per una corretta terapia che sembra orientarsi, dai dati che ci ha fornito, ad un percorso psicosessuologico.

Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
Ringrazio il Dott. Beretta e il Dott. Maretti per l'attenzione alla mia richiesta.
Farò frutto dei vostri consigli
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
mi unisco alle riflessioni del dr. Beretta e Maretti nella risposta

Se la problematica, per fortuna, non ha una causa organica non significa che non ci sia nulla, ma che le cause sono "altre ed altrove" .....

la psiche necessità di diagnosi adeguate e competenti.

La natura multidimensionale della sessualità umana è tale da imporre un inquadramento e un ‘approccio terapeutico integrato’ al soggetto portatore di un disturbo sessuologico, sarebbe miope ed errato trattare soltanto la sintomatologia, senza la sua cornice psichica, relazionale, emozionale ed affettiva che correla con la sessualità.

Un approccio rivolto esclusivamente al sintomo, risulta orfano di un percorso più completo, capace di regalare emozioni e sensazioni....preziose sulla sua intimità e sessualità ..

Le allego qualche lettura sul l'approccio combinato in sessuologia

http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.html
http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1929/Mancanza-d-erezione-