Utente 370XXX
Buongiorno a tutti, vi ringrazio per le possibilità che offrite con questo servizio. Sono un ragazzo romano di 27 anni, miope da quasi dieci anni (OD -2.00)(OS - 2.25) ed anche leggermente astigmatico. Da quando avevo diciannove anni porto le lenti a contatto e, sebbene gli oculisti a cui mi sono rivolto in tutti questi anni dicono di no, credo che il porto irresponsabile che ne ho fatto nei primi tre anni abbiano contribuito all'instaurarsi di quella che è oggi una lieve forma di congiuntivite allergica (a volte anche blefarite) che si manifesta con la formazione di follicoli sotto la palpebra. Per la quasi totalità dell'anno non ho in realtà praticamente nessun sintomo, tranne arrossamenti dell'occhio solo dal lato vicino alla caruncola lacrimale non accompagnati da prurito o altre sensazioni, mentre all'inizio di giugno o di luglio ho a volte l'occhio arrossato e un po' di prurito e sensazione di corpo estraneo, sabbiolina, e quindi faccio ricorso al cortisone (betabioptal) per una decina di giorni sospendendo naturalmente l'uso delle LAC. So che il quadro non mi permetterà di sopportare le lac a lungo (già le porto relativamente poco alternandole alle occhiali) anche se il mio oculista sostiene che sono molto lontano da un'intolleranza assoluta: quindi sto pensando, per quando terminerò gli studi (spero luglio di quest'anno), alla chirurgia refrattiva, anche perché il mio oculista, che è anche chirurgo e dovrebbe essere lui ad operarmi, mi ha spiegato che se il quadro allergico dovesse peggiorare rischio di compromettere la possibilità di potermi operare. Scusate il lungo preambolo: giorni fa sono stato alla visita annuale che faccio con lui e mi ha trovato qualche follicolo: ho in effetti qualche arrossamento soprattutto la sera sebbene non abbia sintomi e lo scopra solo guardandomi allo specchio; mi ha suggerito di usare il collirio LEVOREACT addirittura per un anno 2 gocce al giorno. Sostiene infatti che si tratta di un antistaminico che si può usare senza gli effetti collaterali gravi del cortisone, che a volte sono stato costretto a usare per sfiammare. Un anno però mi sembra sinceramente troppo, anche perché ho letto sul bugiardino che andrebbe usato solo per brevi periodi. E' possibile usare questo farmaco senza problemi così a lungo? Aggiungo che non ho problemi di pressione oculare (14) e il fondo dell'occhio è a posto. Scusate il lungo post, buona giornata!
[#1] dopo  
Dr. Ruggiero Paderni
40% attività
16% attualità
16% socialità
CESANO BOSCONE (MI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2014
Gent.mo,

curioso che il Collega le possa aver suggerito di utilizzare il collirio antistaminico continuativamente per un anno. Magari vi siete intesi male e il suggerimento era di utilizzarlo nei periodi di riacutizzazione dei sintomi.
Il problema è facilmente risolvibile: chiami il suo oculista per non sbagliare.

cordialità
[#2] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la cortese risposta dr. Paderni. In realtà già ieri gli ho inviato un messaggio e mi ha confermato la possibilità dell'uso continuativo 2 gocce al giorno. A me però continua a sembrare troppo ed anche la sua risposta me lo conferma: potrei usarlo a cicli di 15-20 giorni solo quando la sintomatologia peggiora?
[#3] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
Ma comunque questo levoreact si può usare per mesi senza problemi? Ho letto che è conservato col benzalconio cloruro che può dare reazioni allergiche...scusate l'insistenza