Utente 369XXX
Salve, sono una ragazza di 16 anni e le scrivo in quanto sono esausta nel leggere pareri continuamente negativi su internet ed ho bisogno di un consulto competente.
per natale dopo una serata in discoteca le orecchie avvertivano un senso di ovattamento combinato a sibilii continui e dolore, dopo una visita dal mio otorino ho ottenuto la diagnosi di "TRAUMA ACUSTICO ACUTO ORECCHIO SX CON ACUFENI E IPOCAUSIA SEMPRE ORECCHIO SX".
Dopo aver svolto una cura a base di cortisone dopo due settimane sono tornata a fare una seconda visita e con i vari esami è stato stabilito che l'udito è tornato alla normalità ma gli acufeni e l'ovattamento persistono.
Mi spiego meglio:
Gli acufeni penso di averli da entrambi i lati anche se quello che causa più fastidio è l'orecchio DX perchè l'orecchio sinistro ( dove è stato constatato il trauma) percepisco l'acufene solo quando me lo copro ( con il cuscino ad esempio).
Il senso di ovattamento lo percepisco in entrambi i lati ma al lato DX mentre parlo sento come se si tappasse e si stappasse di continuo ( è molto fastidioso e demoralizzante)
In oltre quando deglutisco sento come se all'interno dell'orecchio si muove qualcosa perchè ogni volta che mando giù anche la mia stessa saliva sento un rumore interno da entrambe le parti e se lo faccio troppo spesso poi inizio a provare dolore all'orecchio.
______
Secondo lei a che cosa sono dovute queste "strane sensazioni" a parte gli acufeni?
Cosa mi consiglia di fare a parte parlarne con l'otorino ( cosa che ho gia fatto ma che non ha minimamente dato importanza )
Cordiali saluti, attendo risposte..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente lei chiede lumi sull'ovattamento e su quel "qualcosa che si muove ad ogni deglutizione".
Dovrebbe trattarsi di una disfunzione tubarica, cioè di un cattivo funzionamento di quel tubicino (la tromba o tuba di Eustachio) che mette in comunicazione il retrobocca con l’orecchio medio, e serve ad aerarlo, a drenare il catarro che si forma e a compensare eventuali sbalzi di pressione fra le due superfici del timpano. All’interno della tuba può ristagnare del muco: ovviamente tutte le situazioni di maggior produzione di muco favoriscono un cattivo funzionamento della tuba, che però è stimolato dai movimenti del condilo mandibolare e dai muscoli coinvolti nella deglutizione: infatti , quando sentiamo questo "tappamento", solitamente cerchiamo di muovere la mandibola o deglutire, il che, in un orecchio normale, favorisce lo "stappamento" , che é in realtà un ripristino della pervietà tubarica e un compenso delle diverse pressioni sulle due superfici del timpano.
Quando invece, come mi pare di capire nel suo caso, questo non accade, o accade con difficoltà, (disfunzione tubarica) a volte siamo di fronte ad un conflitto che si è instaurato fra la tuba e il condilo della mandibola, che può essere dovuto a sua volta alla malocclusione dentaria con malplosizione mandibolare: in pratica, se da un lato il movimento di apertura della bocca viene comunemente sfruttato per il ripristino, all'interno della cassa timpanica, dell'equilibrio pressorio alterato ad esempio per sbalzi di quota, dall'altro un cronico dislocamento posteriore di uno o entrambi i condili e lo squilibrio dei muscoli della masticazione e della deglutizione, possono dar luogo ad una ipofunzionalità tubarica e quindi alla spiacevole sensazione che lei lamenta : in presenza di muco si percepiscono a volte dei rumorini dovuti alla mobilizzazione del muco stesso ("ogni volta che mando giù anche la mia stessa saliva sento un rumore interno").
In pratica l'ostruzione della tuba può in parte avvenire dal di dentro, per la presenza di muco , ma anche per compressione dall'esterno.
Le consiglio pertanto di farsi visitare anche da un dentista-gnatologo che si occupi abitualmente di problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) e dei rapporti fra questa e l’orecchio: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.
Anche nella letteratura scientifica comincia ad affermarsi il concetto che quando un problema all'orecchio non trova spiegazioni in ambito specialistico Otorinolaringoiatrico, spesso é all'Articolazione Temporo Mandibolare che bisogna guardare.
Le consiglio anche di dare un'occhiata ad un caso che ritengo simile al suo, sempre su questo sito:

http://www.medicitalia.it/consulti/Otorinolaringoiatria/72945/Tuba-di-e

e a questi articoli su questo stesso sito, nell'ipotesi che possa riconoscervi qualche elemento di somiglianza con il suo caso. In particolare il primo articolo riguarda gli acufeni
Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufeni-disfunzioni-articolazione-temporo-mandibolare-atm.html
http://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio molto per la sua risposta..
le porgo un ulteriore quesito..
Questa sensazione di rumore interno all'orecchio nella deglutizione e dell'orecchio che si stappa e si tappa continuamente quando parlo prima di aver subito il trauma non lo avvertivo..
Perchè?
cordiali saluti attendo risposte.
Salve.
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, in tutto ci può essere una prima volta, , come anche un evento scatenante che fa precipitare un caso latente rimasto subclinico fino al momento prima.
Cordiali saluti ed auguri.
[#4] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio molto per la disponibilità che ha dimostrato nel rispondermi.
Le volevo chiedere un consiglio da medico .
l'otorino mi ha prescritto degli aerosol per il catarro.. lei approva o l'aerosol non conta?
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Malke non fa: quando una tuba non funziona si suole dare la colpa al catarro: di qui l'aerosol e le insufflazioni termali.
Se però la tuba è compressa dall'esterno, cioè dal condilo mandibolare, il problema tende a non risolversi e a recidivare.
Per il catarro, poco incline ad usare farmaci, insisto sui lavaggi:

http://www.studiober.com/pdf/avaggio%20della%20mucosa%20rinosinusale%20con%20soluzione%203.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Cordiali saluti

[#6] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Aggiungo un ulteriore sintomo.. nell'aprire la bocca e chiuderla sento come un "ossicino che scrocchia" sempre all'interno dell'orecchio, ma dalla parte sinistra ( ossia l'orecchio che non da problemi)
Aggiungo un particolare che forse non è rilevante: fin da bambina ho sempre avuto il problema della mandibola inferiore che non corrisponde correttamente rispetto quella inferiore, come se la mandibola inferiore rispetto a quella superiore fosse "spostata verso destra.
Non so se sia una cosa rilevante poichè comeho affermato sopra questo è uno dei tanti sintomi che avverto solo dopo aver subito il trauma acustico
Lei cosa ne pensa del mio caso?
Avverto tantissimi sintomi ormai da un mese.. (acufeni a entrambe le orecchie anche se l'orecchio più problematico è il destro / orecche che si tappano e stappano mentre parlo ma specialmente il destro, scricchiolii all'interno di entrambe le orecchie nella deglutizione, schricchiolii solo nell'orecchio sinistro quando apro la bocca e la chiudo)
Secondo lei il mio caso, è un caso che può procedere verso la guarigione?
Aspetto risposte..
Tantissimi saluti e buon fine settimana.
[#7] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, lo "scrocchio" è segno di una incoordinazione condilo.maniscale: il disco (o menisco) che si interpone fra il condilo mandibolare e la fossa nella quale si muove , in chiusura non segue il tragitto del condilo ma rimane dislocato in avanti. Aprendo la bocca il condilo ricattura il menisco e genera il rumore di "scrocchio".
Si tratta di una situazione instabile e potenzialmente pericolosa , perché ad un certo punto, improvvisamente il menisco si può incastrare davanti al condilo e la bocca non si può nè aprire più di un paio di centimetri , né chiudere , perché il dolore lo impedisce. Questo quadro acuto prende il nome di Locking (blocco).
"Secondo lei il mio caso, è un caso che può procedere verso la guarigione?"
Senza un intervento adeguato non credo.
Se il suo dentista non è in grado di intervenire, deve rivolgersi ad un collega gnatologo esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM):

Cordiali saluti ed auguri.