Utente 365XXX
Buonasera, ho 30 anni e allatto il mio bimbo da 10 mesi. Già dalla gravidanza accuso dolore al pollice e polso destri, il dolore è andato aumentando e, facendo certi movimenti, avverto una fitta molto dolorosa che talvolta si estende a metà avambraccio. Da circa un mese sto iniziando ad avvertire dolore anche a pollice e polso sinistro anche se in misura molto inferiore rispetto alla parte destra. Inoltre, a destra l'osso del polso è sporgente e la digito pressione provoca forte dolore. Il medico di base sospetta sindrome di de quervain e mi ha prescritto radiografia a entrambi i polsi, secondo voi ha senso effettuarla? L'osso che sporge potrebbe essere una ciste? Cosa mi consigliate? Grazie, cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

la radiografia è inutile.

La diagnosi è clinica. Al più, può fare un'ecografia.

Buona notte.
[#2] dopo  
Utente 365XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la tempestiva risposta. Secondo Lei dovrei quindi effettuare ecografia a mani e polsi e a seguire visita ortopedica?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di norma lo specialista, visitandola, fa direttamente la diagnosi.

L'ecografia spesso non è necessaria per diagnosticare il De Quervain, ma certamente è un esame utile (a differenza della radiografia che non vede i tessuti molli).
[#4] dopo  
Utente 365XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno, ho effettuato ecografia ed è risultato un aumento di spessore dei tendini abduttore lungo ed estensore breve del pollice al polso destro con ispessimento sinoviale e versamento peritendineo. A sinistra i tendini risultano di normale spessore ma con sottile versamento laminare peritendineo. Nel complesso segni di tenosinovite di De Quervain molto più accentuata a destra. Mi sono stati prescritti due tutori e mi è stato consigliato riposo, che difficilmente riesco a fare poiché ho un bimbo piccolo e sono sola. Inoltre, a breve riprenderò il lavoro dopo la maternità e per 8 ore sarò impegnata ad usare tastiera e mouse. Ho anche fatto esami di screening dei fattori reumatici poiché ho dolori, seppur lievi, sono diffusi a spalle, ginocchia e articolazioni in generale, è risultato tutto negativo.. I dolori, soprattutto alle mani e polsi, si accentuano prendendo il bimbo in braccio e facendo altro sforzi. Alle mani e ai polsi sono più intensi e anche a sinistra stanno aumentando. Lei cosa mi consiglia? Sarebbe opportuno approfondire ulteriormente? Mi è stato detto che può essere un fattore dovuto agli sbalzi ormonali di gravidanza e allattamento, ho smesso di allattare da circa tre settimane dopo 10 mesi ma per ora non ho avuto miglioramenti.
La ringrazio, cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il riposo spesso non è sufficiente: va impostata una terapia (lase, ultrasuoni, tecar, ecc.) oppure una infiltrazione locale.