Utente 198XXX
A mio marito è stato diagnosticato ,in seguito al test di Flinchenstein,la sindrome di De Quervain all arto destro.Tale diagnosi risale a metà novembre.Non potendo assumere antinfiammatori per una sua personale intolleranza,gli eè stato prescritto un ciclo di terapie comprendente tecar,ultrasuoni e magnetoterapia.Dopo il periodo natalizio,ha iniziato tali cure,sottoponendosi a sei sedure(comprendenti tecar,magnetoterapia e ultrasuoni) e ora completerà il tutto con tre sedute di soli ultrasuoni.Ad oggi non ha notato alcun significativo miglioramento.Vorrei sapere se da questo si può desumere il passaggio all' intervento chirurgico(possibilita' peraltro a lui accennata) o se esiste una possibilita alternativa di guarigione,ad esempio sottoponendosi ad altri cicli di terapie.Ringrazio anticipatamente coloro che mi forniranno una risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

se non c'è controindicazione specifica (allergia al cortisone), farei una o due infiltrazioni di steroidi: di norma, questa è in assoluto la terapia più efficace (oltre all'intervento chirurgico).

Buona serata.