Utente 196XXX
Da circa due anni ho tutti i giorni ho una leggera febbricola, accompagnata da sensazioni di stanchezza e afftaicamento, che ha il seguente andamento: 36.6 appena sveglio, 37-37.1 nel primo pomeriggio, 37.2-37.3 all'ora di cena. Per questo motivo ho svolto una serie di visite specialistiche, in cui i medici mi hanno rassicurato dicendomi che questo rialzo febbrile dipende da ansia e stress. Ho effettuato in questo periodo una serie di esami del sangue, tra cui anticorpi per toxoplasmosi. mononucleosi, cmv, anche ves e pcr, e i risultati sono stati sempre nella norma. Nell'ultima visita il medico mi ha consigliato un analisi più approfondita, quella della tipizzazione linfocitaria insieme al classico emocromo. Ecco i risultati
EMOCROMO
GLOBULI BIANCHI 5.8 (4.8-10.8)
GLOBULI ROSSI 5.30 (4.20-5.60)
EMOGLOBINA 15.80 ( 14-17)
EMATOCRITO 45.10% (37-54)
MCV 85 (80-97)
MCH 29.80 (21.50-32.70)
MCHC 35.10 (32-38)
PIASTRINE 280 (130-400)
VOLUME M. PIASTRINICO 7.90 (7.10-10)
PDW 42 (40-75)
NEUTROFILI 51.90 % (40-78)
LINFOCITI 31.70 (19-49)
MONOCITI 9.60* (2-9)
EOSINOFILI 2.80 (0-7.50)
BASOFILI 1.20 (0-2.40)

Per quanto riguarda la tipizzazione invece:
LINFOCITI T 64.30% ( 60-80)
CONTA LINFOCITI T 1.01 (0.60-4)

LINFOCITI B 8.50% (5-15)
CONTA LINFOCITI B 0.12 (0.05-0.70)

LINFOCITI CD3/CD4 39.40% (34-58)
CONTA LINFOCITI CD 3/CD4 0.57 (0.40-2.80)

LINFOCITI CD3/CD8 20.20 (20-36)
CONTA LINFOCITI 0.29 (0.20-1.80)
RAPPORTO T4/T8 2 (1.2-2)

LINFOCITI CD4/CD25 3.76
CONTA LINFOCITI CD4 CD 25 0.07

LINFOCITI NATURAL KILLER 25%* (1-8%)
CONTA LINFOCITI CD56 0.36 (0.09-1-01)

La mia preoccupazione riguarda principalmente i natural killer, molto fuori range e visto che ho letto che uccidono le cellule tumorali, mi sono preoccupato. Secondo questa febbricola da cosa dipende? E le analisi cosa dicono?
Vi ringrazio molto per il vostro servizio
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
le cellule NK non uccidono solo le cellule tumorali: intervengono nella complessa coordinazione della risposta immune.
In altre parole quel dato non significa che ella sia portatrice di un tumore!
Tanto meno capisco la ratio di prescrivere la tipizzazione linfocitaria! Cui prodest?
Se il collega temeva patologie infettive immunodeprimenti avrebbe fatto meglio a chiedere il test per quelle che sospettava.
Il suo emocromo è perfetto.
La tipizzazione linfocitaria non serve a nulla nel suo caso!
Non conosco che esami ematologici abbia eseguito, con quali metodi e quali siano i risultati.
Nè conosco se abbia eseguito esami diagnostici o strumentali.
Non l'ho mai visitata.
Cosa vuole che le dica via Web?
Che sicuramente ha speso soldi inutilmente per un test nel suo caso del tutto inutile.
Cordialità.

[#2] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2011
Dottore la ringrazio per la risposta. Penso che il medico infettivologo mi abbia prescritto gli esami per la tipizzazione linfocitaria perché, non avendo riscontrato nessun problema specifico attraverso gli esami del sangue precedentemente effettuati, avesse intenzione di avere qualche informazione in più per capire l'origine della febbricola. Per quanto riguarda gli esami, ho effettuato rx torace, ecografia renale, analisi per mononucleosi, cmv, toxoplasmosi e chlamydia, prist e rast test per le allergie. Tutti negativi, tranne un calcolo minuscolo di 4 mm al rene destro e ige totali molto elevate, 680 (max 180) e allergia specifica agli acari della polvere. La ringrazio ancora per l'interessamento.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
resto del parere che la tipizzazione linfocitaria non sia un esame dirimente nel suo percorso diagnostico.
A meno che il Collega non abbia trovato indici di laboratorio che lo hanno spinto a chiedere l'esame.

Per il resto credo che lei farebbe bene a non misurare più la "febbre".
Cari saluti.