Utente 344XXX
Salve,
Sono un ragazzo di 21 anni e da qualche giorno presento il seguente problema :
Nella zona posteriore del glande del pene, nella zona a destra direttamente adiacente al frenulo presento una sorta di macchia violacea, come se ci fosse un ematoma ma che al tatto non mi fa male. Premesso che mesi addietro mi sono state diagnosticate per il testicolo destro un varicocele e per il sinistro un idrocele (spero di non sbagliarmi o al massimo ho invertito testicolo destro con sinistro), che NON ho mai avuto rapporti sessuali (sono ancora vergine), che mi masturbo anche più volte al giorno (minimo una volta al giorno), che quando ero piccolo credo 4 anni circa sono stato operato poichè i testicoli non erano scesi.
Ora per l'appunto presento questa "macchia viola" che prima non ho mai avuto e quindi mi ha fatto un po spaventare anche se di per se non mi fa male sia al tatto sia mentre il pene é flacido sia mentre è in erezione. Per quanto la minzione non mi sembra di avere problemi (l'urina in se ha un colore giallognolo o a volte trasparente) o se c'è è una leggerissima sensazione di bruciore (che penso sia più psicologica che altro) e un leggero arrossamento del meato uretrale ("foro" da cui esce l'urina e lo sperma).
In generale, durante la giornata sento una strana sensazione che sembra essere a volte un bruciore interno al glande o al meato uretrale e a volte un bruciore sulla pelle esterna.
Secondo voi a cosa può essere dovuto tutto ciò? La macchia violacea è qualcosa di preoccupante? Cosa posso fare ?
Anche perché io sono già un ragazzo molto ansiolitico ed emotivo e quindi quando qualche giorno fa vidi questa macchia andai subito a cercare su internet mettendomi in testa un sacco di paranoie etc.
Aspetto una vostra risposta al mio problema.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore "ansiolitico".

quasi sicuramente si tratta di una piccola ecchimosi legata alla rottura di un vasellino superficiale dovuta alla eccessiva masturbazione.
dalla sua descrizione non vedrei motivi di preoccupazione. provi a osservare un "riposo" masturbatorio e, se la situazione non si chiarisce in pochi giorni chieda consigli al suo medico
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 344XXX

Iscritto dal 2014
Innanzitutto volevo ringraziarla per la sua celere risposta.
Poi come ha detto cercheró di evitare la masturbazione per qualche giorno.
Peró il fatto di sentire una specie di "bruciore" interno all'organo è dovuto all troppa masturbazione è quindi a una consecutiva infiammazione interna?
Comunque ora attendo fino a lunedì, e se in questo lasso di tempo non mi dovesse passere andrò dal mio medico di base.
Grazie nuovamente per la risposta.
[#3] dopo  
Utente 344XXX

Iscritto dal 2014
Volevo aggiungere che questa sera si è rigonfiato il testicolo destro (affetto da varicocele o idrocele ora non ricordo precisamente quale dei due testicoli avesse l'idrocele e quale avese il varicocele), dice che è una causa di tutto quello che le ho descritto ieri?
Inoltre persiste la sensazione di bruciore che va del meato uretrale (il quale mi sembrerebbe leggermente arrossato) verso l'interno così mi sembrerebbe.