Utente 370XXX
Lo so, me ne rendo conto che sto per scrivere una cosa molto grave, ma alcuni giorni fa sono stato operato in una clinica privata per settoplastica con anestesia generale, al risveglio mi è stato solo detto che ho avuto una forte emoraggia durante l'intervento ma che tutto è comunque è andato, se non che due giorni dopo mi accorgo di avere una crosta propio in prossimità del cuore, come se fosse un esito di cicatrizzazione di una brusca manovra, magari ipotizzo di una iniezione di adrenalina direttamente nel cuore a seguito di un arresto cardiaco dato dalla emoraggia....ora fosse davvero così, e fossi stato tenuto ignaro del fatto...come dovrei comportarmi? ? ad oggi ho ancora quel segno e la crosta in quella posizione. ..Vi ringrazio anticipatamente e mi rendo della possibile gravità delle mie affermazioni, ma ho questo forte dubbio...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buona sera, premesso che una puntura intracardiaca, qualora fosse stata effettivamente fatta, non lascia segni come "croste" poichè eseguita con un ago lungo si ma sottile, non vedo il motivo di tacerlo da parte dei medici. In caso di problemi intraoperatori, anche se brillantemente risolti, il paziente viene sempre informato, in modo che possa a sua volta informarne un eventuale successivo anestesista in caso nella sua vita dovesse essere rioperato.
In un caso come il suo, se lei è sicuro che quella "crosta" non era presente prima dell'intervento, deve solo chiederne il motivo e la genesi ai suoi medici, e solo a loro.
Una settoplastica inoltre è un intervento che di per se solitamente non produce emorragie così copiose da creare problemi cardiocircolatori, almeno nella mia esperienza.
Saluti.
[#2] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio infinitamente per la risposta..a me chi mi ha operato mi ha liquidato dicendomi che era colpa di un elettrodo, pinza per il monitoraggio del cuore o sistema nervoso...può essere?
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Verosimilissimo, molto più dell'arresto cardiaco, anche se non conosco la sua "crosta" e non conosco ciò che usano per monitorizzare.
Saluti.
[#4] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per tutto...cordiali saluti:)