Utente 350XXX
Buongiorno,
ho 27 anni e da quando avevo 6 anni soffro di miopia. adesso sono arrivata ad una miopia di -10 e -11 nei due occhi, con l'aggravante che su uno dei due, 3 anni fa ho avuto un'ulcera corneale, adesso guarita ma che mi ha lasciato una cicatrice sulla cornea, la quale mi da' una visione "appannata" su tale occhio. Da allora ho optato per lenti a contatto giornaliere (e non piu' mensili) e ho una buona tolleranza (portandole praticamente tutti i giorni per circa 14 ore al giorno), a parte un po' di secchezza oculare a fine giornata (alla quale ogni tanto ovvio con le lacrime artificiali). faccio il controllo una volta l'anno e il mio oculista mi ha detto che la retina e' buona.
le mie domande sono:

1) se c'e' un modo per poter guarire dalla miopia (nonostante la mia miopia elevata e la cicatrice corneale)
2) se utilizzare cosi tanto le lenti a contatto puo' creare problemi e avere controindicazioni in futuro
3) nel caso non potessi correggere il mio difetto ma doverlo tenere cosi per tutta la vita, e' vero che e' quasi praticamente scontato avere poi problemi di distacco di retina? oppure c'e' gente (con grande percentuale) che ha convissuto una vita con miopia elevata e senza problemi di retina e altri patologie?
4) in caso di gravidanza, avrei delle limitazioni nel parto o allattamento?

grazie mille per la risposta.
[#1] dopo  
Dr. Antonio Scoyni
20% attività
0% attualità
8% socialità
()
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2008
Ti rispondo in ordine:
1) ci sono molti modi per curare la tua refrazione (bada bene solo l'ametropia, la retina rimarrà da miope): lenti intraoculari, trattamenti laser di superficie etc, il caso va valutato e le varie tecniche possono essere scelte o scartate in base alle condizioni. Per esempio la presenza di un leucoma (cicatrice) corneale mi fa pensare ad un trattamento laser di superficie che potrebbe avere una duplice valenza, qualora il leucoma fosse anteriore.
2) le lac possono avere molte controindicazioni ed alcune mi pare tu le abbia già sperimentate, per cui portarle per 14 ore al giorno non mi pare un idea brillante.... Credo tu debba affidarti ad un medico oculista per esser seguita professionalmente.
3) il distacco di retina è preceduto in una ampia percentuale dei casi da alterazioni anatomiche del fondo oculare facilmente evidenziabili durante le visite periodiche dal tuo oculista.

La mia sensazione è che tu non sia seguita professionalmente da un medico come la tua condizione di miope forte imporrebbe ma che ti affidi a qualche ottico per le lac esponendoti cosí ai rischi che già ai sperimentato....
[#2] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno.
La ringrazio per la risposta. in realta' io sono seguita da quando avevo 6 anni da un buon oculista (a mio parere), il quale mi ha indicato l'esistenza di diverse tecniche per la correzione del difetto ma per le quali al momento non posso prendere alcuna decisione, visto che seppure rallentata, progredisce ancora di qualche grado.
in merito alle lac, capisco cio' che Lei vuole dire ma per un miope, di quest'entita', le lac sono davvero una soluzione eccellente per non avere tutto il giorno il peso degli occhiali. dopo quell'ulcera che ho avuto, non ho piu' messo le lenti mensili, in quanto assolutamente vietate dal mio oculista. Riesce per favore a dirmi quale dovrebbe essere la "sana" frequenza delle lac giornaliere? Sento tantissime persone, anche nella mia situazione, che le usano liberamente senza problemi di ore. Mi dice per favore quale sarebbe la "sana" frequenza delle lac giornaliere? io ho l'impressione (e in parte confermata dal mio oculista) che le lac correggano molto di piu' il difetto perche' il campo visivo "corretto" e' ben piu' ampio di un semplice occhiale...

grazie ancora per il riscontro