Utente 371XXX
Buona sera,
da 6-7 mesi soffro di intensi dolori alle ginocchia, ho fatto una visita da un ortopedico, il quale mi ha detto che si potrebbe trattare di Condropatite.Mi ha consigliato di prendere per 2 mesi Amedial Plus (cosa che ho fatto) e se il dolore persisteva di fare una risonanza magnetica.

Ho fatto anche la risonanza e mi chiedevo se gentilmente potreste darmi una delucidazione sull'esito della RM e magari qualche consiglio sul da farsi.
Esito RM ginocchio DX senza M.D.C.

Alcune areole di compatta ossea in sede femorale, tibiale e alla testa del perone, òla maggiore di 7mm a livello dell'emipiatto tibiale mediale. Piccole areole cistiche in sede epifisaria - metafisaria femorale.
Conservato lo spessore del rivestimento cartilagineo al comparto femoro-tibiale.
Disomogeneità del segnale di significato condromalacico del rivestimento cartilagineo al comparto femoro -rotuleo sul versante rotuleo, con evidenza di tramite fissurativo a livello della faccetta postero laterale della rotula.
Modesta raccolta distende la borsa sovrarotulea in particolare al recesso laterale.
In asse la rotula.Regolare i menischi.Conservata la continuità dei legamenti crociati e collaterali.Regolare il tendine rotuleo e del quadricipite femorale. Sottile raccolta distende la borsa infrarotulea profonda.

Come possibile cura mi è stato detto di fare infiltrazioni di acido ialuronico ad alta densità molecolare.

Vi ringrazio anticipatamente per il tempo dedicatomi. Buona giornata.
[#1] dopo  
Dr. Marco Bonelli
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2015
Buonasera,
Le rispondo da Reumatologo.La Rmn testimonea uno stato di sofferenza,che per la giovane età ,si potrebbe imputare ad una intensa attività sportiva.La sofferenza riguarda il piatto tiabiale ed in particolare la rotula che presenta anche una fissurazione cartilaginea.Un tentativo di ripristinare una buona architettura della matrice cartilaginea della rotula si potrebbe fare con un ciclo di almeno 3 infiltrazioni con acido ialuronico.Per esperienza utilizzeri un acido ialuronico a media densità ( tipo Hyalubrix) perché quelli ad alto peso molecolare si somministrano 1 volta ogni 6 mesi e nel suo caso dubito che risolverebbero il problema.Effettuerei 1 infilitrazione ogni 15 giorni ed attenderi almeno un paio di mesi dal termine dell'ultima per verificarne l'efficacia.Intanto prenderei ancora un integratore della cartilagine (preferisco Reumilase visc ,perché più concentrato e con componenti più essenziali) per 2 mesi ancora ed effettuerei kinesi di rinforzo del quadricipite femorale in scarico.
Se al termine del periodo la sintomatologia è ancora presente occorrerà effettuare una revisione e pulizia in artroscopia.Un saluto
[#2] dopo  
Utente 371XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la sua risposta.
Giovedì dovrei fare appunto l'iniezione di acido ialuronico ad alto peso molecolare.
Mi chiedevo se mi poteva gentilmente spiegare quale differenza c'è tra quella ad alto peso molecolare e quello a medio peso, e perché beneficerei di più con quello a medio piuttosto che quello ad alto peso molecolare.

Colgo l'occasione per ringraziarla.
Buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Marco Bonelli
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2015
Buonasera,
da diversi anni sono in commercio svariate tipologie di acido ialuronico,a basso,medio,alto peso molecolare ed anche linkati (legati a proteine per aumentarne il peso molecolare) a costi crescenti in proporzioni.
Non mi risulta che esistano studi di confronto sulla superiorità di un o altra tipologia.Su diversi libri di testo ed anche in varie sedi congressuali si sottolinea la maggiore idoneità di quelli basso peso molecolare nell'artrosi e nella degenerazione articolare per la capacità di penetrare nella cartilagine.Si attribuisce una maggiore attività meccanica agli alti pesi molecolari in specie in giovani e/o atleti con l'ulteriore vantaggio della lunga durata con una sola inflitrazione (da 4 a 6 mesi).Quest'ultimo aspetto ( la durata ) mi lascia perplesso visto che la molecola viene degradata e l'effetto biologico è comunque correlato
alla presenza del farmaco.In pratica,quando le evidenze non sono ben consolidate,consiglio di affidarsi all'esperienza del terapeuta e seguirne i consigli.
Spero di aver contribuito a chiarirLe le idee con onestà e praticità.
Un saluto
[#4] dopo  
Utente 371XXX

Iscritto dal 2015
Buon giorno.
La ringrazio molto per le sue spiegazioni.
Le auguro una buona giornata e un buon lavoro.