Utente 928XXX
Salve.
Innanzitutto chiedo venia ma non so se questo è il posto giusto dove porre la mia domanda, in caso stia sbagliando vi chiederei dove è meglio porla.
Il mio "problema" è questo.
Ho 26 anni e da quando ho rapporti sessuali (dal diciottesimo anno) ho sempre utilizzato il preservativo, anche con le mie partner fisse durante l'intero rapporto.
Solo da 3-4 anni non lo utilizzo parzialmente ma concludo tutti i rapporti col preservativo.
Ho come un blocco, una paura che in qualche modo metta incinta la mia compagna pur non avendo una eiaculazione e quindi dopo un po' metto il preservativo.
Quando non lo utilizzo inoltre ho come la sensazione che abbia una maggiore sensibilità e come se stia per avere una eiaculazione.
Una volta messo il preservativo invece riesco a trattenermi.
Ora, vorrei capire se la mia è solo una sensazione o se rischio davvero qualcosa a continuare il rapporto senza preservativo avendo naturalmente l'accortezza di non eiaculare.
Durante il rapporto c'è perdita di liquido seminale?
Ho forse "perso l'abitudine" (che in realtà non ho mai avuto) a causa dell'utilizzo costante del preservativo e, quindi, quando non lo utilizzo, la naturale sensibilità mi porta a una maggiore percezione delle sensazioni?
Inoltre, scusate l'ignoranza e scusate se è più un discorso da ginecologhe, ma il reale rischio di ingravidare la mia compagna non si avrebbe solo nei giorni precedenti e successivi all'ovulazione che, in genere, si presenta intorno al quattordicesimo giorno?
Come posso fare per "abituarmi" a non utilizzare il preservativo?
Scusate se la domanda può risultare banale ma vorrei avere una vita sessuale libera con la mia compagna.

ps: Aggiungo inoltre che negli ultimi tempi, pur utilizzando il preservativo, nel primo rapporto non riesco a trattenermi come una volta mentre nei rapporti successivi non ho problemi.
Perchè?
Io ho notato che la maggiore sensibilità è iniziata dopo aver avuto una postbalanite nelle quale la pelle del glande si seccò e sfaldò del tutto (esperienza bruttissima tra l'altro!).
C'è un possibile legame?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

la sua complessa , un pò confusa problematica sessuale con un finale che sembra indicarci forse una possibile infiammazione delle vie uro-seminali, necessita purtroppo una preliminare ed attenta valutazione clinica diretta.

In questi casi infatti è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la vera o le vere cause del suo attuale problema clinico (eiaculazione precoce sì oppure no!) e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta un esperto e bravo andrologo.

Un cordiale saluto.