Utente 180XXX
La ringrazio per la risposta, mio marito ne fuma o beve, l'unico sintomo riscontrato in questo periodo è una notevole stanchezza.....infatti dormirebbe sempre ed è svogliato nei confronti di qualunque attività.
Quello che mi preoccupa molto è il suo comportamento infatti accetta passivamente questa situazione come se si fosse rassegnato a non trovare una soluzione.
Ma io come devo comportarmi???devo cercare di spronarlo insistendo per parlare con uno medico o aspettare che parta da lui l'iniziativa?anche per quanto riguardano i rapporti intimi io non mi avvicino perché tanto vengo respinta ma è un atteggiamento corretto???grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

se fossi in lei prenderei in mano la situazione, confrontandomi in modo sereno per "risvegliare" in lui la voglia di reagire alla situazione descritta e nel contempo gli consiglierei una visita specialistica che potrebbe partire proprio da quella andrologica.

Un cordiale saluto