Utente 371XXX
salve,il 13/01/2015 ho avuto un rapporto sessuale con una ragazza polacca che ha avuto una gravidanza 17 anni fa' e precisamente:
A)rapporto anale rigorosamente protetto dove il profilattico è stato indossato correttamente ,non si è rotto, ed è stato sfilato correttamente

B)rapporto oro-genitale. ho inserito il pene prima della penetrazione nella bocca della ragazza senza profilattico per 10 secondi al massimo

C)mentre il mio pene era in bocca della ragazza le leccavo l'ano per una durata di 10/15 secondi.la supercicie anale si presentava pulita e priva di lesioni.non ho riscontrato la presenza di sangue.
nella mia bocca ho spesso una lesione che provoca un leggero sanguinamento .la lesione è dovuta alla cattiva abitudine di premere troppo con lo spazzolino.la lesione c'era anche durante il rapporto oro -genitale.
il mio hiv-status è ignoto.il mio HCV STATUS è ignoto.
pratico il vaccino antiinfluenzale dal 1998.nel 2013 ho effettuato il antimeningococcico tetravalente MENVEO.il vaccino per epatite B è stato effettuato nel 1995 con 3 iniezioni in serie(MAI EFFETTUATO I RICHIAMI PER HBV) e nel 2007 ho effettuato la iniezione antitetanica.non ho MAI effettuato il vaccino per antivirus HAV.

dopo pochi giorni dal rapporto in prossimita' della pelle, sotto L' occhio DX, ho rilevato delle macchie a contorni irregolari di larghezza circa 3-4mm.le macchie sembrano dovute a pResenza Di sangue in superficie.POI SONO SCOMPARSE.SUCCESSIVEMENTE ho avuto un po'di prurito e mi son comparsi 13-15 puntini rossi su braccia, gambe ,pancia.i puntini non superano il diametro di 1 mm.NON avverto,per ora , febbre-linfonodi gonfi-diarrea-sudorazioni notturne,candidosi orali e genitali ,malessere ,stanchezza ,perdita di appetito,difficolta'respiratorie,esantema.
il 28/1/2014 mi sono sottoposto ad analisi del sangue(NON TEST HIV) in cui tutti i valori sono perfettamente nella norma.anche i parametri relativi allo stato del fegato sono perfetti.VES=2. piastrine=227.nella norma anche i valori dell'elettroforesi delle proteine.non avverto dolori alla pancia e alla milza.
secondo voi sono stato esposto al virus hiv.?
quale è l'origine dei puntini rossi?
dovevo prendere in considerazione le profilassi post esposizione?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
come più volte ribadito anche da altri colleghi di altre specialità, nei rapporti occasionali non protetti il rischio zero non esiste per le MST! Non solo per HIV.

il suo rapporto ano - genitale è stato consumato indossando il preservativo e dunque non è a rischio nè per lei nè sopratttto per la partner.

La fellatio insertiva da lei attuata per lei comporta rischi davvero inquantificabili, per la partner un rischio maggiore e tuttavia basso specie se non vi sia stata eiaculazione in ore.

Il rimming che ha praticato è da considerarsi un rapporto non protetto a tutti gli effetti: non tanto per la trasmissione di HIV, se non vi era sangue e se la penetrazione linguale in ano non c'è stata, quanto per la trasmissione di HAV, Giardiasi, trasmissione di protozoi intestinali.....

La profilassi post esposizione mi sembra una misura esagerata.
Dirle, senza averli visti, cosa siano stati i "puntini rossi", descritti nel numero di 15, francamente sarebbe esercizio da effettuare con la sfera di cristallo :-)
Sicuramente non un segno clinico di infezione da HIV.
Il tutto confortato dalla normalità delle sue analisi di routine.
Per l'HBV si presume una immunità permanente, dopo un corretto ciclo primario e conferma della risposta al predetto ciclo primario con il dosaggio di anticorpi anti HBs che sicuramente avrà effettuato nel 1995: non è necessario pertanto alcun richiamo anche in assenza, dopo molti anni, di livelli protettivi di anticorpi anti HBs Ag.
Viceversa, se ella pratica il rimming frequentemente, è raccomandata la somministrazione di vaccino anti HAV, essendo una patologia che si trasmette per via oro - fecale/ sessuale.
Nella fattispecie essendo l'episodio occorso il 13 gennaio, non fa più in tempo a praticare il vaccino contro HAV che avrebbe dovuto effettuare uno o due giorni dopo il predetto rapporto oro/anale.
Può tuttavia effettuare già il dosaggio delle IgM e delle IgG anti HAV e verificare il suo stato immunitario nei confronti del virus.
Idem per le IgG anti HBs Ag.

Concludendo: se deve restare col terrore di aver contratto l'HIV, innescando un non salutare circolo vizioso ansioso - ipocondriaco, ad un mese dal rapporto può già effettuare un test anti HIV 1 - 2 di IV generazione (quindi con ricerca della p24) ELISA o ECLIA da ripetere a tre mesi e a sei mesi.
Cordilalità.



[#2] dopo  
Utente 371XXX

Iscritto dal 2015
Dottore,Grazie infinite pe la risposta.
ho deciso che in settimana prossima mi sottoporro' ai seguenti approfondimente diagnostici:
HIV 1/2 (ELISA E SUCCESSIVEMENTE WESTERN BLOTT PER CONFERMA SIEROPOSITIVITA')
HAV
HCV
HBV(DA VALUTARE EVENTUALE RICHIAMO SE PRESENTI ANTICORPI)
EPISTEIN BAR
DIAGNOSI PER TUTTE LE ALTRE MST IN UN CENTRO APPOSITO(SIFILIDE,gonorrea...)
vaccinazione antimeningococcica tipo B
vaccinazione pneumococcica con PREVENAR ,visto il mio imminente viaggio fuori Italia.

il rimming è una pratica sessuale che pratico raramente ma che mi da'tante preoccupazioni in questi momenti.non so dire bene se nell'ultimo rimming praticato ho inserito la lingua molto in profondita'.
precisamente la mia attenzione si concentra su questi puntini rossi.
ecco cosa provo:in tutte le ore della giornata comincio ad avvertire in parti del corpo tipo (piedi,gambe,pancia,torace,braccia)un fastidio come se qualcuno mi bucasse con uno spillo.subito avvia il prurito e noto la comparsa di un puntino.a volte di diametro 1 mm e sulla pancia circa 2 mm.
subito dopo il riming ,come ho scritto ,sotto l'occhio destro notati degli arrossamenti ,tipo ispessimenti dei capillari a chiazze.tali arrossamenti poi dopo 3 giorni sono scomparsi.
anche qualche puntino dopo 3/4 giorni è scomparso ,altri sono ancora li.dopo essermi grattato inizialmente non ne se sento piu' il bisogno.
i puntini potrebbero essere "porpora trombocitopenica"?potrebbero essere angiomi rubino ?
sono sicurissimo circa l'assenza dei puntini prima del rapporto sessuale che ho descritto nel primo messaggio.
ad oggi ,7febbraio 2015,non avverto nessuna altra anomalia sul mio organismo.
cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 371XXX

Iscritto dal 2015
SE NECESSARIO posso allegare qualche foto dei puntini rossi.
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
se le eruzioni cutanee a puntini rossi continuano si faccia vedere dal dermatologo: le foto lasciano il tempo che trovano.

In quanto alle MST:
- Lei deve fare al limite un ELISA o un ECLIA anti HIV 1 - 2 di IV generazione.
Lo Western Blot non le serve a nulla, dato che questi test individuano anche la p24!

Se vuole la sicurezza assoluta a due mesi ripeta un ECLIA per HIV 1 - 2 di IV generazione e associ una ricerca dell'HIV RNA con tecnica PCR. Le ribadisco un rischio di contagio HIV pressochhè pari allo zero, per lei, nella fattispecie! Chiaramente non conosco i suoi trascorsi sessuali......

L'HCV non è considerata una malattia sessualmente trasmissibile.

Le ho già detto che il ciclo completo di vaccinazioni anti HBV non necessita di richiamo anche in presenza di titolo di Ac anti HBsAg non protettivi. Farebbe da richiamo il contatto con il virus!

Il Vaccino anti HAV è sempre utilissimo.

Lo screening per EBV non è di urgenza.

Per la LUE può essere utile effettuare una VDRL e una TPHA.

Il gonococco si diagnostica con tampone uretrale e non con la ricerca di Ac.

Se deve fare un viaggio in aree a rischio per meningococco e pneumococco OK per la vaccinazione.

N.B. Per la febbre di Ebola e le altri Febbri Emorragiche (Marburg ecc) non c'è un vaccino ancora di routine!! :-)

Credo che Ella sia un tantino ansioso. Oppure sbaglio?
Cordialità.

[#5] dopo  
Utente 371XXX

Iscritto dal 2015
Grazie ancora per la risposta.
si,sono molto ansioso perche' nella vita ho passate molte di brutte avventure.padre morto di tubercolosi polmonare etc...


sono nato nell 1983 e la mia vita sessuale (esclusivamente con donne)è iniziata nel 2004 alla eta' 20 anni
ad oggi ho praticato:
circa 30 rapporti vaginali rigorosamente protetti senza rottura o sfilamento del profilattico

circa 20 rapporti oro genitali (inserimento del pene in bocca alla ragazza) rigorosamente protetti

circa 11 rapporti oro genitali scoperti con eiaculazione in bocca alla ragazza del momento

5 rimming tra cui l'ultimo gia 'rammentato nei precenti consulti

1 penetrazione nel 2009 scoperta che non so ben definire se vaginale o anale per circa 15 secondi.la ragazza ,mentre aprivo la confezione del profilattico, mi monto' sopra ,si inseri nel suo corpo da sola il mio pene e inizio a saltarci sopra con violenza.non ho mai capito questo suo comportamento.il rapporto termino ' e la mandai via la ragazza.

dopo questi rapporti non ho mai avuto ,come ho scritto, mai sintomi tipici della sindrome retrovirale acuta.

l'unica anomalia presente e ben visibile sul mio corpo è la dermatite seborroica che mi riesce eliminare difficilmente associata a elevata untuosita' della testa.

a breve faro'tutti gli approfondimenti diagnostici che grazie al nuovo medico di base riesco ad affrontare con un po' piu' di serenita'.

comuque il pensiero dell'Hiv è sempre stato presente sempre nella mia vita fin dal 1990.

saluti
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
non prenda questo mio consiglio come un'offesa perchè tale non è!

Io credo che Ella abbia necessità di intraprendere un percorso psicoterapeutico.
Più che preoccuparsi delle malattie sessualmente trasmissibili e dell'HIV dovrebbe riflettere sui sintomi di un D.O.C.

Francamente mi stupisco nel leggere la "elencazione" dettagliata e perfetta dei dei suoi rapporti sessuali: sembrano annotati su una sorta di libro mastro!!

Ho l'impressione che la paura delle malattie le faccia vivere la sua sessualità con molta sofferenza più che con soddisfazione..

Probabilmente la ragazza che le "montò sopra" aveva percepito questa sua modalità di fare sesso "asetticamente" e volle infrangerla. Lei però il rapporto l'ha consumato: il pene poteva sfilarlo....

Ad ogni buon conto, io i consigli li ho forniti!
Le auguro ogni bene e soprattutto di risolvere queste sue ansie scavando nel suo vissuto.
L'unica altenativa sarebbe fare voto di castità! Ma non credo sia una scelta che la vedrebbe favorevole....
:-)
Buona domenica.



[#7] dopo  
Utente 371XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissimo dott Caldarola,
grazie iinfinite per avermi ripsosto ancora.
lei i consigli me li ha dati e anche eccellenti!
mi fa' piacere che lei abbia rammentato anche la mia situazione psicologica che sicuramente necessita di approfondimenti ed interventi curativi

veramente ho annotato su un quaderno luoghi e date dei miei rapporti sessuali.

concordo anche sul fatto che la paura delle malattie s.t . mi faccia vivere la sessualita 'con molta paura.

riguardo al rapporto penetrativo del 2009, dico che non ebbi la possibilita' di sfilare il pene subito.
fu' una cosa molto improvvisa, come uno schiaffo o un calcio in faccia all'improvviso.trascorsi 15 sec. allontanai la ragazza sfilando il pene.da quel rapporto seguirono molto colloqui con medici e varie ecografie per controllare i linfonodi ascellari e del collo.mai furono trovati linfonodi gonfi o altri sintomi.pero'non ho mai eseguito il test piu' importante ,quello dell'hiv 1/2.


speriamo che gli approfondimenti diagnostici che faro 'a breve diano buoni esiti.

posso contattarla ancora in fututo anche con i dati degli esemi futuri?
cordiali saluti.
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
mi contatti pure quando vuole.
Cari saluti!!