Utente 365XXX
Buonasera carissimi dottori.
Il mio medico di famiglia mi ha diagnositcato di recente (una 20ina di giorni) un'inizio di ernia inguinale sul lato dx. Al momento non si vede ad occhio e l'ha sentita solo con la mano all'altezza della vescica.
Contestualmente saranno circa 3 mesi che ho un dolore/fastidio al testicolo destro, secondo il mio medico è causato dall'ernia stessa che premendo sulla vescica mi provoca questo malessere.
Crediate sia possibile? Effettivamente oltre al dolore al testicolo ho anche un dolore diffuso nella zona circostante, anche se questo resta quello che più mi preoccupa ed infastidisce.
Vi ringrazio anticipatamente per il vostro eventuale aiuto.

Se mi è concesso vorrei porvi un altro quesito..
Dal momento che ho consumato diversi rapporti sessuali non protetti, e da qualche giorno a questa parte presento dei puntini rossi sul glande (molto molto piccoli e diffusi, non capisco nemmeno se sono in rilievo o super micro ulcerette ma non mi provocano nessun tipo di fastidio) vorrei fare tutti i test possibili ed immaginabili per le malattie sessualmente trasmissibili, così per poter stare tranquillo.
Potreste orientarmi in tal senso? Non so nè a che tipo di medico rivolgermi, nè se è possibile fare tali test in ospedale nè eventuali prezzi. Vorrei tenere la mia famiglia fuori da questa cosa e non posso permettermi spese mediche esose.
Grazie mille :)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
ho letto con attenzione quanto da Lei esposto, e appare strano come una punta di ernia inguinale possa dare fasridio a riposo ( Prostatite? epididimite?), per la qualcosa unitamente e a risposta della sua seconda domanda Le consiglio una visita urologica nell'ambulatorio del più vicino centro ospedaliero.
Nella attesa si tranquillizi perchè i puntini rossi di cui parla sono probabilemnte una balanite aspecifica che nulla a che fare con una malattia venerea,
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 365XXX

Iscritto dal 2014
Dottore la ringrazio per l'attenzione e la risposta celere, gliene sono grato!

Per quanto rigurda l'ernia mi è stato detto che in fase iniziale (mi è stata diagnosticata adesso ma io la sentivo già da un bel po' di tempo) provoca fastidi di questo genere in quanto "scava" per uscire, una volta fuoriuscita non dovrei avvertire più nulla o contestualmente se non dovesse fuoriuscire prima o poi dovrebbe comunque smettere di provocarmi tali sintomi.
Sono abbastanza confuso a riguardo le dirò la verità, certo che tale spiegazione ha innescato una sorta di effetto placebo. Quando non sapevo a cosa fosse dovuto il dolore al testicolo ci facevo caso continuamente durante la giornata e mi provocava molto disagio, adesso che l'ho associato all'ernia anche se alle volte mi fa male non ci faccio più caso..certo non vorrei far evolvere una brutta situazione anche se rispetto ad 1 mesetto fa è migliorata e rimasta stabile.

La ringrazio per il consiglio sull'ambulatorio, non sapevo fosse possibile. Bisogna prenotarsi e pagare un ticket o ci si può recare direttamente in ospedale?
Grazie per avermi rassicurato, svolgete un grandissimo lavoro mandando avanti questo sito!