Utente 277XXX
Buonasera. Da circa 25 giorni ho notato la "tumefazione" nel palato duro, come una bozza non di grandi dimensioni ma comunque palpabile, non dolente (se non per i primi giorni che è comparsa da ciò che ricordo), e molto difficile da vedere poiché è in cima al palato che io ho molto stretto e alto. Il 17 Gennaio sono andato dal mio dentista che palpando il palato mi ha detto che la consistenza della "bolla" non era osseosa, quindi mi ha consigliato di prendere deltacortene per 3-4 giorni e se non fosse passata in 10 giorni di risentirlo per fare una tac. Il deltacortene non l'ho preso, sotto consiglio del medico curante, il quale mi ha detto che avrebbe accelerato solo i tempi di guarigione ma il risultato sarebbe stato lo stesso. Oggi, il rigonfiamento è ancora li, anche se mi sembrava inizialmente che stesse diminuendo, ma sembra essersi fermato da ormai qualche giorno. Vorrei capire se è proprio necessaria la Tac, visto che ho fatto già 3 radiografie nei giorni passati per un presunto problema ai polmoni che poi per fortuna è stato scongiurato. E' normale che una tumefazione duri un mese?

Oggi sono andato dal medico curante che guardandomi il palato con la luce non ha notato niente, però alla palpazione e con la lingua la bozza è sempre li.

Scusate se mi sono dilungato. Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Gentile utente, se la presunta lesione e' stata individuata all'esame ispettivo e\o alla palpazione dal medico o dal dentista e lo stesso professionista ne conferma ancora la presenza dopo un mese, sicuramente e' consigliabile un approfondimento diagnostico.
Si faccia seguire da un professionista esperto in patologia orale, sia esso un odontoiatra, un chirurgo maxillo facciale o un otorino.
Cordialità
[#2] dopo  


dal 2015
Grazie dottor Di Iorio.
Volevo chiedere le eventualità che si possa trattare di un tumore maligno (es. tumore ghiandole salivari minori), e che sintomi dovrebbero esserci in tali casi..
E poi se una TAC è indicata per questa cosa poiché il medico di base è stato un po' titubante quando gliel'ho detto (anche se il dentista mi aveva detto che se la lesione rimaneva per 10 giorni si doveva fare).

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Se lo specialista che si occupa di patologia orale le consiglia di eseguire la tac la faccia pure. Non stia a pensare ad una neoplasia maligna e ai sintomi che può causare (tra l'altro il più delle volte i sintomi sono assenti), è senza dubbio una delle ipotesi meno probabili.
Cordialità
[#4] dopo  


dal 2015
Grazie dottor Di Iorio.. Non Le nego che sono molto spaventato all'idea.. Inoltre il mio medico non mi ha saputo dire centri di patologia orale, e mi ha detto che se voglio togliermi i dubbi devo consultare un otorino.. Ho paura che sia qualcosa di grave e di venir rimbalzato qua e là in attesa della diagnosi..
Inoltre sono studente di medicina, ed ho provato a cercare nei libri a mia disposizione, ma non ho trovato sufficienti informazioni , anche perché ancora non ho fatto l'esame di ORL.

Quello che più mi spaventa è il carcinoma adenoideo cistico.. speriamo che sia solo una cisti...
[#5] dopo  


dal 2015

Salve scrivo per un aggiornamento , sarei grato a chiunque voglia rispondere.

Oggi sono andato da un altro dentista, che non ha riscontrato niente e sostiene che la "bozza" che io sento non è altro che l'osso del palato, un po' sporgente, e anche se ci ho fatto caso solo un mese fa' questa ci è sempre stata.
Io non sono molto tranquillo su questa diagnosi, e vorrei approfondire.. Con una RX al palato senza dover fare necessariamente una TAC si può capire se quello sentito è solo un osso o qualcosa di più?