Utente 371XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 19 anni e poco prima dell'estate scorsa ho contratto la tinea cruris.Sono andato dal medico di base che mi ha consigliato di applicare canesten unidie per qualche settimana; il fungo evidentemente era andato via ma io non ne ero consapevole perchè il colore delle pelle era rimasto lo stesso.Ora a distanza di mesi, dal momento che ero impossibilitato a fare un controllo, sono andato da un dermatologo che visitandomi mi ha detto di lavare la zona una volta al giorno con aliant mico doccia-shampoo,usare intimo di colore bianco e togliere l'umidità con il phon...il tutto per 20 giorni. Perchè ora il colore della pelle dovrebbe tornare come prima???Nel caso non dovesse funzionare quale trattamento potrei provare? Grazie in anticipo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
Sconsigliando l'utilizzo della phon per asciugare la zona inguinale le consiglio ulteriormente di effettuare una visita di controllo dermatologica finalizzata alla reperimento di una diagnosi corretta: può immaginare che a seguito di una infiammazione di qualsiasi genere a livello inguinale delle iper pigmentazione possono reliquare anche per diverso tempo ma la cosa essenziale è la diagnosi!
Carissimi saluti.
[#2] dopo  
Utente 371XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio vivamente per la risposta, vedrò di di prenotare al più presto una visita dermatologia da un altro specialista. Dal momento che quest'infiammazione dura da diversi mesi ormai il colore della pelle potrebbe essersi modificato permanentemente? E' eliminando l'infiammazione che il colore della si uniformerà al resto?Nel frattempo potrei provare qualche metodo di sbiancamento naturale, ad esempio succo di limone ecc. ? Grazie mille in anticipo, scusi per il tempo sottratto e buona giornata.