Utente 353XXX
Salve sono una ragazza di 25 anni faccio una vita sedentaria e avevo intenzione di iniziare un po' di attività fisica seguendo un corso di un ora a sera abbastanza pesante fisicamente per rassodare .!ma ultimamente soffro di un po D ansia a causa di un episodio di un ragazzo della mia età morto mentre faceva esercizio fisico e sono spaventata io ho fatto una visita cardiologa un anno e mezzo fa x tachicardia dove è risultato tutto nella norma e che dipendesse dai miei problemi di stomaco e solo che ho un soffio al
Cuore e quindi ho paura di iniziare un attività fisica ...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se alla vitia cardiologica di un anno e mezzo fa non è stato riscontrato nulla di rilevante, vuol dire che il soffio di cui è portatrice non ha significato patologico e quindi di per sè non controindica alcuna attività fisica.
Ciò nonostante, è buona norma sottoporsi ad un controllo clinico presso il medico di medicina generale (che dopo aver preso visione di un ECG potrà certificare l'idoneità all'attività sportiva non agonistica) prima di intraprendere l'attività stessa, specie se "abbastanza pesante" e ancor più se finora si è condotta vita sedentaria.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio :) il medico di medicina generale può essere il mio medico curante?
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
E' proprio lui.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
Una volta che mi legge l ecg e vede che è tutto nella norma posso andare tranquilla o fare una vesita sotto sforzo??
[#5] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Non é indispensabile eseguire un test da sforzo in un soggetto cardiologicamente sano che voglia praticare attività sportiva non agonistica, e l' eventuale prescrizione di tale accertamento andrà valutata caso per caso dal medico curante o dallo specialista cardiologo.
Cordiali saluti