Utente 310XXX
Buonasera dottori,
Sono un ragazzo di 22 anni e ad ottobre ho eseguito un ecg (controllo ordinario dato che sono un donatore) e il risultato ha evidenziato un sopraslivellamento del tratto ST in V2 e V3. Cosa significa questo?
Nel referto c'è scritto che non ci sono problemi per la donazione, ma per quanto riguarda il resto? Posso stare tranquillo? È una cosa che può succedere e non bisogna allarmarsi?

In tutti gli altri precedenti ecg non è stato riscontrato mai nulla, anche in un test con holter che ho tenuto 24 ore 4 anni fa circa, nulla.
Ogni tanto mi capita di avere dei dolori intercostali sul lato sinistro ed anche al centro del torace, possono essere dovuti a questa cosa evidenziata nell'ecg oppure sono dei normali dolori intercostali?
Sono un ragazzo abbastanza ansioso e mi è capitato in passato di avere attacchi di panico oltre che giramenti di testa. Ora va meglio ma questo può c'entrare con quanto il risultato dell'ecg ha evidenziato?

In attesa di una Vostra risposta, Vi ringrazio e Vi porgo i miei più cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
E' impossibile esprimere una opinione su un tracciato elettrocardiografico che non è possibile osservare di persona.
Posso però risponderLe in linea generale. Ciò che è stato descritto nel Suo ECG non dovrebbe rivestire alcun significato patologico: alla Sua età tale riscontro è abbastanza frequente e spesso è attribuibile alla cosiddetta "ripolarizzazione precoce".
Tale interpretazione va comunque confermata da un cardiologo che, dopo aver osservato il Suo tracciato, potrà definitivamente tranquillizzarla circa la benignità del reperto.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 310XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la Sua risposta tempestiva (e tranquillizzante), il medico di famiglia e i dottori del reparto ospedaliero non mi hanno fatto allarmare, mi hanno anzi tranquillizzato dicendo che non è nulla di grave.
È anche vero però che stiamo parlando del cuore, e ammetto che un po' di paura quando qualcosa non è nella norma mi viene.

Detto questo, se ci dovessero essere ulteriori risvolti non esiterò a ricontattarVi.
Cordiali saluti