Utente 797XXX
Salve,
ho una figlia di 10 mesi e 10 GG, e nata a termine (39 Sett.) ma di soli 2 Kg e lunga 45 cm., a causa di una scarsa crescita uterina!! Dopo i primi 2 mesi di crescita discreta con allattamento misto ( circa 900 gr al mese) ha avuto un calo di crescita dovuto ad una sospetta intolleranza al latte con dermatite atopica in viso irregolarità intestinale e vomiti ripetuti. Abbiamo cambiato latte passando all'APTAMIL PEPTI 1 e i sintomi sono scomparsi anche se la crescita ha continuato ad essere lenta.
Da circa 3 mesi abbiamo introdotto nell'alimentazione prodotti contenente latte quali formaggio parmiggiano (2 cucchiaini al giorno) formaggino mio (2 volte a settimana, 2 alla volta) Biscotto Plasmon mattina e sera ( prima 4 poi 8 al giorno) e sembra andare bene.
Solo che mia figlia da diverso tempo e forse proprio da 3 mesi soffre di una tosse notturna persistente sempre al solito orario ( 3:30-4:00 ) che dura una mezz'ora e poi passa. La pediatra non ha mai trovato muchi ai bronchi o torace e mi ha dato diverse cure con areosol o tachipirina. nell'ultimo mese però si è presentata anche febbre alta con picchi di 39.6 che dura non più di un giorno, e poi con decimi costanti, e muchi nasali con conseguenti vomiti mucosi(mediamente una volta al giorno) in concomitanza con la pappa o il latte.
sottolineo che quando fa le cure con tachipirina o areosol la situazione migliora ma dopo un paio di giorni ritorna. Lei suda molto per cui è inevitabile che spesso prende qualche colpo di freddo, peò credo non giustifichi il lungo periodo.
leggendo i vostri consulti, ho visto che questa tosse potrebbe derivare da un intolleranza alimentare, potrebbe quindi essere l'intolleranza al latte che non è passata così come invece sembrava, però non ha dermatite ed il vomito si è presentato solo in quest'ultima settimana.
La pediatra mi ha prescritto le analisi ematologiche, ma sarà il caso di fare anche le prove allergiche o è troppo presto? e la tiroide?
Grazie in anticipo per il tempo che mi dedicate, non immaginate quanto aiuto date alla mamme inesperte come me?
Un cordiale saluto
Tiziana

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
E' molto piccola per cominciare a pensare ad allergie e tiroide, sembrano tutti problemi aspecifici di pertinenza pediatrica.

Oltretutto la tosse produttiva non e' prticolarmente vero che correla con le allergie alimentari, sebbene possa comparire dopo un attacco di asma, sintomatologia molto evidente e peraltro, nei bambini piccoli, piu' spesso dovuta ad iperreattivita' bronchiale generica che ad allergie specifiche.





[#2] dopo  
Utente 797XXX

Iscritto dal 2008
grazie mille per la celerità della risposta.
Nel frattempo ho fatto visitare ulteriormente la bimba, e mi hanno confermato che per quanto riguarda la tosse non è collegabile all'allergia in quanto molto sporadica.
Però mi hanno confermato la necessità di fare le analisi per indagare sullo scarso accrescimento ( mediamente cresce solo 250-300 gr al mese. Spero di farle appena possibile e togliermi il pensiero su eventuali patologie.
Grazie ancora per la vostra disponibilità.
Cordiali Saluti