Utente 371XXX
È da un po' di giorni che avverto dei dolori e delle piccole pressioni al petto e delle piccate sia sopra che sotto al seno sinistro e alla parte sopra della schiena , che unito ad un dolore al braccio sinistro mi destano un po' di ansia. Ho effettuato una visita cardiologica 3/4 mesi fa per ripetute tachicardie (elettrocardiogramma, ecocardio e holter 24h) e il cardiologo ha riscontrato un piccolo soffio al cuore ma niente di preoccupante. È solo ansia ho devo allenarmi? Ho 22anni e sono una fumatrice, anche se sto cercando di smettere.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
i suoi disturbi sembrano legati a un problema muscolare o nevralgico.

E' chiaro che se la sintomatologia continua è necessario il controllo diretto da parte del medico curante.

Relativamente al soffio al cuore, è stato percepito all'auscultazione o al doppler cardico?
L'ecocardiogramma è stato eseguiro in modalità doppler - color? Come è stato refertato?

Se vuole mi faccia sapere.

Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 371XXX

Iscritto dal 2015
Dr Caldarola,
La ringrazio per la sua risposta velocissima.
Il soffio è stato diagnosticato con elettrocardiogramma e poi ho fatto l' eco ma non credo in modalità doppler.
Crede sia conveniente farlo? Ultimamente ho anche vampate di calore Ma penso sia imputabile alla ansia.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
un soffio non si diagnostica con un ECG essendo un rumore.
:-)
Si diagnostica con uno stetofonendoscopio.

Sicuramente le vampate sono legate alla paura di avere un infarto. Non nascondiamoci dietro ai falsi pudori.

Le ribadisco che i suoi dolori a mio avviso non sono di origine cardiaca ma io le rispondo via web, con tutti i limiti.

Vada dal suo curante e chieda di dosare gli enzimi di cardiocitonecrosi: mioglobina, troponinaT, CK -MB, LDH, AST.

Esegua poi un ECG basale e un ecocardiocolordoppler al fine di chiarire se questo soffio esiste o no.....

Nel frattempo qualche ansiolitico per qualche giorno potrebbe essere utile; si senta con il suo medico.

Buonanotte con cordialità.
[#4] dopo  
Utente 371XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dr Caldarola,
Faro' un ecodoppler, così mi tranquillizzero'.