Utente 372XXX
Gentili dottori,
Vi scrivo per avere dei chiarimenti riguardo a dei presunti problemi di erezione.Da un paio d'anni,sto notando un difficolta nel raggiungimento dell'erezione sia durante la masturbazione che durante i rapporti;ho notato che non solo ci impiego molto tempo,nonostante ci sia stimolazione,ma anche che l'erezione duri pochissimo,
non dandomi il tempo di infilare nemmeno il preservativo(nella masturbazione invece basta che smetta di toccarmi e in mezzo secondo torna allo stato di flaccidità).Ho notato inoltre,che questo non mi succede qualora io sia vicino ad eiaculare.Premetto che sin da adolescente mi sono sembre masturbato ritardando l'eiaculazione,cioe rimandando l'orgasmo per molto tempo.L'erezione che raggiungo in questo caso è eccezionale,nel senso che mi permette tranquillamente sia di penetrare sia di infilare il preservativo,ma non mi fa durare molto proprio perche poi nn riesco a trattenere piu l'eiaculazione.
Ora so bene che magari questo potrebbe essere un finto problema,ma preferirei che qualcuno molto piu competentw di me possa confermarlo....anche perche vorrei sapere se alla base di questo,potesse esserci qualche patologia.
Ringrazio di cuore chiunque mi dedichera del tempo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,quanto racconta e' espressione di scarsa esperienza in quanto non ha senso paragonare la masturbazione con il coito vaginale,penalizzato dal'ansia da prestazione tipica di chi non ha padronanza della funzione erettile.Tale presunzione,comunque,non va considerata in modo negativo in qiuanto puo' essere confermata o smentita da un esperto andrologo con una diagnosi primo livello seguita da una eventuale strategia terapeutica.Cordialita'
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

in alcuni casi si ha una ottimale erezione con buona rigidità fintanto che il pene venga stimolato manualmente dalle proprie dita o dalle dita della donna ma con una veloce, qualche volta rapida perdita della rigidità e della erezione, nel tempo necessario per indossare il preservativo, tempo durante il quale il pene non viene stimolato.
Anche la stimolazione del pene da parte della vagina, dopo la penetrazione,potrebbe non avere la stessa "forza" della stimolazione digitale determinando un certo calo della erezione a cui l'organismo risponde con una eiaculazione immediata
In altri casi si tratta solo di fattori emozionali
L'aiuto di un andrologi che possa capire tali fenomeni potrebbe aiutarla a suoerare tale incertezza erettile
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Gentili dottori vi ringrazio per le risposte
In verita i miei dubbi sono iniziati ad essere un po piu forti nel momento in cui ho notato che anche durante la masturbazione mi succede lo stesso.....piu che altro mi la mia perplessita riguardava il perche avessi una reazione"diversa" in due momenti distinti della masturbazione....immagino comunque che possa dipendere da molti fattori che non implichino necessariamente una disfunzione,anche perche so che durante l'eiaculazione sia normale avere un afflusso maggiore di sangue al pene e che magari il piacere provato durante l'inizio dell'orgasmo possa influire in modo positivo sull'erezione.In ogni caso andro da un andrologo e faro una visita di approfondimento,anche perche vorrei risolvere un altro problema riguardante la possibile presenza del frenulo corto.
Vi ringrazio per la disponibilta e la professionalita