Utente 372XXX
Salve, sono un uomo di 50 anni, volevo chiederle gentilmente una valutazione medica: Ho sofferto a volte di tachicardia da stress o da forti emozioni, ma comunque controllabile, anche se qualche volta ho assunto un farmaco ansiolitico (frontal 0,25/0,50). Ma la disturbo per chiederle di episodi notturni che sono comparsi per la prima volta nel 2009, ho avuto la sensazione mentre dormivo di una contrazione del cuore che mi ha svegliato, e non credo si trattasse di una extrasistole, e da l'i è partita una tachicardia fortissima anche come tono, mai sentito così forte, non sono riuscito a contare le pulsazioni ma credo abbiano raggiunto i 170/180 battiti ed è durata circa un minuto. Questo è successo altre volte comunque dal 2009 ad oggi circa 10/11 volte in tutto, tra cui l'altra notte, con le stesse modalità. Faccio presente che è sempre successo di notte mai di giorno e ho fatto caso che nelle volte che è accaduto, mi sentivo appesantito dalla cena. La domanda è: Secondo Lei si tratta di tachicardia parossistica ? La ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' improbabile....ma non impossibile. Comunque le supposizioni lasciano il tempo che trovano. Faccia un Holter ECG innanzitutto. Altro aspetto che potrebbe permettere di capire di più è la durata della tachicardia (se secondi, minuti o ore), se l'accelerazione è regolare o meno, se l'interruzione è brusca o progressiva e infine il periodo preciso di inizio del probelma (se già presente in età giovanile o solo in età matura).
Cordialmente
[#2] dopo  


dal 2015
Grazie innanzitutto per la celerità. Ho già fatto holter e vari ecocardiogrammi, anche sotto sforzo, qualche tempo fa, da cui non è emerso nulla, anche perchè come ho scritto in circa 5 anni è successo solo 10 o 11 volte in tutto, quindi sarebbe difficile tracciare l'episodio, l'accelerazione inizia velocemente ed arriva al picco poi rimane per circa un minuto e gradualmente rientra, non accuso dolore ne formicoli, solo paura ed ansia, e una lieve sudorazione. No non è successo mai in età giovanile, la prima volta è successo nel 2009 quindi avevo 44 anni.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore, allora è bene che lei curi la sua ansia....è inutile continuare a fare valutazioni cardiologiche che non portano a nulla....si rivolga a un bravo psicologo.
Saluti
[#4] dopo  


dal 2015
Coro Dott. l'ansia era riferita alla paura del momento, sfido chiunque a non aver paura un un evento simile, comunque la ringrazio per la riposta e le dico che lei è un cafone !!!
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sicuramente lei, poco gentil signore, di "cafonaggine" deve essere un esperto....e le dico che di utenti come lei ne facciamo volentieri a meno...
[#6] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
non sono permessi insulti gratuiti a chi le da un parere che lei non gradisce. Il suo account verrà quindi eliminato.

Cordiali saluti
staff@medicitalia.it