Utente 725XXX
Non ero sicura se postare qui oppure in Ginecologia, ma alla fine è tutto incentrato sull'HIV perciò scriverò qui.
Veniamo al dunque: ad aprile 2006 stavo insieme ad un ragazzo con il quale ho fatto sesso protetto, ma essendocisi rotto il preservativo e non essendocene accorti, sono rimasta incinta. Due mesi dopo ho abortito, e di tutti gli esami del sangue si è occupata mia madre, essendo all'epoca io minorenne.. Lei ha dato il consenso a fare tutti gli esami ma mi chiedevo... tra questi è possibile ci fosse anche quello per l'HIV?
E se mi fosse stato fatto, dopo due mesi da quel rapporto a rischio quale sarebbe stata l'attendibilità del risultato? Ho letto che oggigiorno già dopo circa 3 mesi i test sono molto attendibili, anche se è consigliabile aspettare 6 mesi...

Grazie in anticipo
[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
1) il test HIV c'era sicuramente

2) dopo due mesi verosimilmente si sarebbe gia' visto qualcosa e se fosse venuto anche solo dubbio, a quest'ora lei ne sarebbe informata

3) per contagiarla il ragazzo doveva essere positivo anche lui e da prima di lei.







[#2] dopo  
Utente 725XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la risposta ma volevo dire che per quanto disinformata io possa essere, non lo sono a tal punto da non sapere che l'hiv si passa da soggetto positivo a soggetto negativo... se non avessi avuto il sospetto che lui potesse essere positivo, di certo non le avrei scritto. Comunque sia ho fatto gli esami per sicurezza e venerdì avrò i risultati. Spero vadano bene... non si sa mai.