Utente 372XXX
Buongiorno, desidero sapere per mio padre, 71enne, HCV positivo, con buona funzionalità epatica e renale, ipertensione arteriosa controllata da decenni con Aprovel, da circa 6 mesi in cura con dostinex e somatostatina, se l'assunzione della cabergolina possa recare pregiudizio o aver provocato la minima insufficienza mitralica riscontrata a seguito del suo primo ecocardiogramma di cui riporto esito:
atrio sx lievem. ingrandito (area 19 cmq)
ventricolo sx nei limiti DTD 49 mm VTD 83 ml F.E. 60%
spessore parietale SIV liev. ipertrofico 12,5 mm
cinesi segmentaria normale
aorta ascendente: radice nei limiti 35 mm; semilunari normali
mitrale normale
sezioni dx nei limiti
pericardio indenne
doppler e color doppler: mitrale: pattern anterogrado con E > A e TD aumentato (246 msec) e minima insufficienza
aorta, tricuspide e polmonare normali.

Attuale dosaggio dostinex 2 compresse la settimana da 0,5. Vi sono concreti rischi date le condizioni descritte dall'ecocardio? Mio padre preciso è in questo senso "asintomatico". Ringrazio per l'attenzione, cordiali saluti. F.V.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non mi risulta possibile quello che lei ipotizza...per il resto è una molecola che utilizziamo noi cardiologi, per cui sarebbe opportuno rivolgere questa domanda a chi conosce il principio attivo e i suoi effetti collaterali o interferenze, cioè il collega prescrittore.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio, dottore. Con l'occasione Le chiedo un piccolo commento sull'esito del referto ecocardio. Insomma se vi sono elementi preoccupanti. La ringrazio, cordiali saluti. F.G.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Tranne che per l'ingrandimento atrialesinistro, l'eco direi che non offre spunti che giustifichino preoccupazioni....ma attenzione, in un iperteso l'ingrandimento attriale può essere causa o conseguenza di una fibrillazione atriale, non sempre avvertita soggettivamente...e questo può esporre il paziente aun rischio tromboembolico. Le consiglio per una maggiore comprensione la lettura del seguente art. http://www.medicitalia.it/minforma/cardiologia/1378-fibrillazione-atriale-asintomatica-iceberg.html
Saluti