Utente 799XXX
Buonasera, volevo chiedere un consulto. Da circa un mese e mezzo soffro di una strana forma di prurito. Si è manifestata a seguito di un panino al salame con dei ponfi, prima sulla schiena e sulle braccia e poi in seguito a fasi alterne sulle braccia, interno coscia e natiche.Dopo di che una mattina mi sono svegliato con le labbra gonfie. Preoccupato sono andato al pronto soccorso dove mi hanno somministrato cortisone e antistaminico. Dopo una visita allergologica, si escludeva una forma allergica ma il tutto non è stato confermato dai test in quanto per ben 2 volte l'antistaminico che era necessario i gg primi ne bloccava l'effetto.
Dopo aver fatto questa somministrazione di bentelan(a scalare come dosi)e zirtek iniziavo ad avere un eruzione di macchie rosse sulla pelle che vannno e vengono a loro piacimento in tutto il corpo ( e quindi non piu i ponfi) ma che mi portano un prurito allucinante che solo l'antistaminico e il bentelan alleviano. Purtroppo mi è stata diagnosticata a fronte di questa situazione una sieropositivita' HIV di circa 8 mesi dal rapporto e una positivita' al test della sifilide.
Proprio a seguito di visite specialistiche si è resa necessaria una terapia antibiotica di 10 gg di rocefin. In tutto questo periodo le macchie rosse vanno e vengono di intensità e dimensione e il dott mi ha assicurato che sono dovute alla sifilide e sono sempre molto pruriginose. Di fatto non si sguamano ma gonfiano e si vanno ad unire a quelle vicine formandone di piu grosse. Mettendo una crema cortisonica (sintotrax) mi alleviano il prurito... e la stessa cosa se metto del talco mentolato. Ma dopo poche ore la situazione si ripresenta. Inoltre a febbraio ho contratto una mononucleosi e nell'arco di un anno ho fatto un'epatite b quasi senza accorgermene.
Le chiedo pertanto di cosa si potrebbe trattare? Eventualmente ho con me esami specifici del sangue che posso riportare in un altro mess in risposta. Grazie mille

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente senza visitarla impossibile darle risposte se è stata fatta diagnosi di Sifilide secondaria i Colleghi che l'hanno visitata avranno avuto i loro buoni motivi.Tenedo presente che l'HIV positività può portare ad ingigantire le manifestazioni di qualsiasi dermatosi(anche di un eczema atopico solo per farle un banale esempio).
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

le sue patologie (HIV, Epatite B e Sifilide) impongono NON una ricerca telematica del problema cutaneo, ma un serio e selettivo inquadramento di natura VENEREOLOGICO specialistico:

questa è la strada che deve seguire, non altre: per la sua salute.

carissimi saluti
[#3] dopo  
79941

dal 2010
Buonasera,

ringrazio entrambi i dottori innanzittutto per avermi risposto cosi in fretta.Forse dalla descrizione che ho fatto pero' credo di non essere stato molto chiaro nella domanda.Di fatto la mia era curiosità per cercare di venire a capo del problema quanto prima in quanto leggendo su internet avevo l'impressione su siti specilistici che il prurito non fosse attribuito alla sifilide. Inoltre le foto che ho trovato sul web sono un po' differenti dalle macchie che ho io sul corpo.Dovendo tornare al lavoro quanto prima ed essendo a contatto con la clientela non è possibile farlo prima della sparizione delle macchie. Quindi sono certo che la struttura ospedaliera ha valutato piu di me le macchie vedendole dal vivo.Ma ovviamente mi chiedevo se finito sta terapia ci si rendesse conto che le macchie non sono per la sifilide a chi bisogna indizzarsi?Vedo nel post del dott. Laino che si parla di VENEROLOGIA.Parlo ovviamente da ignorante in materia... ci sono dei test particolari che si possono fare per vedere durante lo sviluppo di queste macchie di cosa si tratta?Inoltre vedo che con cortisone e antistaminico mi passano... ma ovviamente non definitivamente.
Vi ringrazio fin d'ora per la vs. attenzione.

[#4] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
S'indirizzi al Dermatologo che è anche Venereologo tenendo anche presente ciò che ho precedentemente scritto(forse passato inosservato)
"...Tenendo presente che l'HIV positività può portare ad ingigantire le manifestazioni di qualsiasi dermatosi(anche di un eczema atopico solo per farle un banale esempio)." Da ciò può spegarsi il prurito,da ciò può rendersi necessaria anche in casi complessi una biopsia cutanea per esame istologico per poter giungere ad una diagnosi.Queste però sono solo ipotesi che tendono più che altro a darle idea della complessità del problema che non può certo essere risolto in via telematica.
Cari saluti e ci tenga aggiornati se lo desidera
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
LA invito a non porsi dubbi sulla procedura clinica che le abbiamo consigliato: sarà compito del Venereologo, impostare correttamente l'iter diagnostico e terapeutico partendo dalla lettura della sua pelle e comprendendo ogni situazione praticabile per l'accuratezza della diagnosi.

non pratichi autodiagnosi, molto rischiosa per lei ed in genere per tutti.

pertanto si affidi semza ulteriori indugi a questo tipo di specialista.

carissimi saluti
[#6] dopo  
79941

dal 2010
Vi ringrazio nuovamente. Avete per caso dei nominativi da suggerirmi su Genova?

Grazie mille
[#7] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente, per via della linee guida del sito e del codice deontologico non possiamo fare nomi di Colleghi o Strutture per non ingenerare il sospetto che si sia qui a scopo pubblicitario.
Cari saluti