Utente 372XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 20 anni e da qualche giorno ho cominciato ad avere delle piccole perdite involontarie di quello che presumo sia sperma. Dico presumo in quanto il liquido, pur fuoriuscendo durante delle normali e veloci erezioni durante la giornata, ha un colore trasparente piuttosto che biancastro. Per quanto riguarda delle informazioni generali posso dire che ho due piccole cisti al testicolo sinistro, con le quali però convivo ormai da quasi 1 anno e mezzo. Un'altra causa del mio problema sospetto possa essere l'intensificarsi del rapporto con una persona a me molto cara. Non ho mai avuto un rapporto sessuale ed ogni volta che ho rapporti "un attimo più intimi" con lei il problema si manifesta. Questo mi fa pensare anche che il problema possa avere delle cause psicologiche. Ho notato in oltre che dopo le normali urinate alcune gocce di urina continuano ad uscire per alcuni secondi, a volte anche accompagnate da gocce di sperma. Aggiungo questo in quanto penso che le cose siano collegate. Mi preoccupo soprattutto a causa dell'alta frequenza con la quale il problema si ripresenta in questi giorni.

Spero sappiate darmi una spiegazione del problema e sappiate consigliarmi dei metodi per risolverlo. Vi ringrazio in anticipo per la vostra professionalità e disponibilità nel rispondere.

Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

purtroppo, da questa postazione," non sappiamo darle una spiegazione del suo problema e non sappiamo consigliarle dei metodi precisi per risolverlo."

Da questa postazione dobbiamo rinviarla ad una valutazione clinica diretta con esperto andrologo od urologo.

Problema infiammatorio o altro?

Come spesso ripeto da questo sito e vista la sua "giovane" età, approfitti di questi "disturbi-malesseri", per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalla sua compagna e dalle donne che la circondano che sicuramente, alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.

Un cordiale saluto.