Utente 234XXX
Gentilissimi Dottori buonasera,
sono un ragazzo di 30 anni che vorrebbe chiedervi un consiglio medico.
Ho un attività sessuale normale sempre con la stessa patner da ormai diversi anni e con la quale mi trovo benissimo; l'unica cosa che mi frena un po' sessualmente è il fatto di avere un bisogno di eiaculare subito iniziato il rapporto.
Non credo di soffrire di eiaculazione precoce poichè i miei rapporti durano anche decine di minuti; inoltre riesco a tenere sotto controllo la cosa con i preservativi; la cosa però invalidante è che nelle penetrazione senza protezioni ho quasi subito l'istinto di eiaculare, presumo dovuto ad una grande sensibilità del glande.
Ho effettuato una visita urologica circa 2 anni fà nella quale non sono risultate patologie a carico del pene (per es. fimosi ecc...), pertanto alla luce di ciò ero intenzionato a scoprire il glande in modo da abbassarne la sensibilità.
Volevo pertanto porvi le seguenti domande:
1) può essere questo un rimedio efficace?
2) ovviamente sento fastidio abbassando il prepuzio, dovuto allo sfregamento del glande scoperto contro tessuti o quant'altro; è bene scoprirlo gradualmente o posso tenerlo così fin da subito?
3) a lungo andare rimarrà sempre scoperto oppure il prepuzio continuerà a scorrere qualora lo desiderassi
4) durante le erezioni la corona del pene diventa molto rossa, è normale?

Sperando di essermi spiegato bene e di non risultare volgare resto in attesa delle vostre risposte e vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,da quanto ci trasmette mi sembra di intuire che non vi sia un buon scivolamento tra il prepuzio ed il glande in erezione,magari a causa di un frenulo breve,Chiarito questo aspetto,i rimedi e le preoccupazioni esposte non sono comuni a tutti i casi e,quindi vanno considerate soggettivamente da uno specialista esperto.
Cordialita'
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il "grosso problema" della ipersensibilità del glande richiede, a mio parere un intervento deciso e radicale. la circoncisione completa che costringa la mucosa del glande stesso ad andare incontro a quelle trasformazioni ( cheratinizzazione...) che possono ridurre la ipersensibilità fastidiosa e possa consentire rapporti piacevoli
cari saluti