Utente 364XXX
Buongiorno.

scrivo perchè vorrei maggiori informazioni relative al test HIV eseguito con metodo ECLIA.

Una ragazza che conosco e che so essere sempre stata molto molto "leggera" e che probabilmente vorrei frequentare a breve ha eseguito appositamente dietro mia richiesta il test HIV.

Il risultato ottenuto è stato negativo e i valori riportati sono stati 0.18 (<0.9)

Quello che vorrei sapere è se tale valore può essere visto come risultato Negativo definitivamente. MI riferisce di non aver avuto più rapporti dallo scorso dicembre.

Vorrei poi sapere se chi affetto da HIV ed in terapia anti retro virale può risultare Negativo ad un test HIV con valori come nel caso sopra riportato.

Infine vorrei sapere per quale motivo chi è HIV negativo può risultare comunque con valori tipo quelli sopra indicati (0.18) e non semplicemente zero.

Grazie mille per la cortesia e disponibilità che sempre riportate.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
onore al merito della sua ragazza che ha accettato di sottoporsi ad un test su sua richiesta: un'altra l'avrebbe mandato bellamente a quel paese o le avrebbe detto andiamo e facciamolo insieme. Significa che ha del genuino interesse affettivo per lei.
E lei è sicuro di essere negativo come è risultato il test anti HIV 1 - 2 della sua ragazza?
O ha osservato, finchè non ha conosciuto lei una assoluta astinenza?

Se la sua amica non ha avuto rapporti da dicembre, essendo il test ECLIA molto sensibile, la certezza della reale sieronegatività la potrà avere solo a giugno, dopo sei mesi. Tuttavia a 60 giorni l'attendibilità di un ECLIA di IV generaz. si attesta intorno al 95%.

La terapia antiretrovirale non modifica di una virgola, anche quando effettuata, la positività anticorpale al virus HIV!

Infine: è difficile spiegare a un non addetto ai lavori perchè vi è un valore di riferimento accanto al test: le basti sapere che è negativo.

Cordialità.