Utente 355XXX
Salve,
passo immediatamente a descrivere il problema, da circa due anni soffro di palpitazioni e senso di affaticamento, tutto ciò ha avuto inizio subito dopo una gravidanza extrauterina con relativa asportazione della tuba, il ciclo era ricominciato regolarmente ma soffrivo appunto di vampate di calore e palpitazioni. Gli ormoni erano regolari, ed anche quelli della tiroide (preciso che da anni assumo eutirox 125 per tiroidite autoimmune) ma dall'agosto del 2014 le mestruazioni sono divenute molto irregolari e le palpitazioni sono aumentate e soffro una perenne stanchezza,( faccio fatica a tenere gli occhi aperti), faccio una visita dal cardiologo e mi dice che non ho nulla di preoccupante, solo un piccolo soffio al cuore, ma che ha riscontrato alti livelli di colesterolo, mi metto a dieta ferrea e i livelli rientrano nella norma ma le palpitazioni continuano. Per farla breve da esami ormonali di un mese fa il mio livello di fsh al 3° giorno è notevolmente aumentato, il testosterone è quasi a zero, ma i livelli di progesterone sono ancora molto buoni, insomma sto andando in menopausa. Decidiamo con il mio ginecologo di assumere la Yaz, (le pillole mi hanno sempre creato problemi, nervosismo, fastidio agli occhi, e perdite di sangue irregolari) ma parlo di molti anni fa, e ai primi sintomi strani smettevo di prenderle. Da quattro giorni, ho iniziato quindi ad assumere la Yaz, devo dire che mi sentivo bene, anche se mi addormento a fatica, ma questa mattina sono nervosissima, confusa, quasi intontita e il cuore mi batte veloce con delle piccole fitte ma non dolorose, le mie mani sono praticamente ghiacciate. Confesso di avere un pò paura soprattutto perchè ho una certa familiarità per cardiopatie ischemiche ( mio padre e mio fratello morti di infarto, mia madre e l'altro mio fratello con soffio al cuore). Lei cosa mi consiglia???
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora, sbaglierò poichè non la conosco, ma dalle sue parole trapela un quadro di ansia patologica (magari precipitato dalla menopausa). I sintomi che riporta non sono compatibili con un problema cardiologico. Ne parli anche con il suo ginecologo di fiducia.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la sua pronta risposta,
ma volevo chiederle un ultima cosa, una mia curiosità, ho notato che questi sintomi si manifestano prevalentemente la mattina e non la sera, e dovendo necessariamente assumere l'eutirox la mattina, prendo nel tardo pomeriggio la yaz. E' solo una coincidenza o potrebbe esserci una correlazione con i miei sintomi ?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi,la Yaz della quale lei parla non so nemmeno cosa sia....è un farmaco che non utilizziamo noi cardiologi e per questo le avevo consigliato di parlarne con il suo ginecologo
[#4] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
Egr. Dottore
mi perdoni se la disturbo di nuovo, ma dopo il suo consiglio, ho cercato di contattare il mio ginecologo, ma sfortunatamente prima che potessi parlargli le mie condizioni sono precipitate. Infatti ieri mattina mi sono svegliata con forti ronzii alle orecchie, giramenti di testa , uno strano dolore al polpaccio e il solito dolore puntorio al torace, quindi mi sono recata al medico curante, che mi ha rassicurato dicendomi di continuare a prendere tranquillamente la pillola e che il mio era solo un rifiuto mentale del medicinale, mah!!! Con il ginecologo in ospedale per delle operazione, e quindi impossibilitata a riferirgli l'accaduto, ho assunto la pillola, ma la sera ho di nuovo sentito quello strano dolore al petto, e poi tre violentissimi battiti, (come se il cuore volesse schizzarmi fuori dal petto), che mi hanno intontitta, seguiti poi da veloci battiti. Passando tranquillamente da un bel colorito rosso cardinale a un grigio cadavere sono stata portata al pronto soccorso, (nel tragitto questi strani battiti si sono susseguiti per più volte anche se di intensità minore) immediatamente mi hanno misurato la pressione, 65/120 di solito la mia pressione si aggira intorno ai 65/100, ho eseguito un elettrocardiogramma e fatto degli esami del sangue. Hanno subito notato delle extrasistole, e dagli esami del sangue è risultato che sono anemica e che il il P-Ptt era inferiore alla norma anche se di poco (23,5 contro un valore normale di 24) nella norma invece il Pt. Sono stata dimessa con il consiglio di sospendere immediatamente la pillola, ripetere le analisi che avevo già fatto due mesi fa come antitrombina III , proteina s libera, test resistenza proteina c attiva , proteina c ant. funzionale e omocisteina, fare un ECG Holter delle 24 ore e una visita dall'angiologo perchè hanno notato sulle mie gambe numerosi lividi anche di oltre un mese, di cui non ne capisco l'origine. Qusta mattina, si alternano tranquillamente momenti di dolore se pur lieve a battiti fuori controllo, e il mio colorito uno schifo
Per concludere, sono consapevole che voi cardiologi non usate questi medicinali, ma forse ne conoscete gli effetti sul cuore, e a questo punto credo non si tratti solo di ansia.
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora le ripeto che per queste informazioni deve contattare il suo ginecologo...è chiaro che non essendo farmaci che utilizziamo noi cardiologi, non siamo nemmeno a conoscenza degli effetti sul cuore...
saluti
[#6] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
Salve,
dal 13 febbraio scorso, ho finito oggi di eseguire tutti gli esami richiesti dal pronto soccorso. Premesso che ho cessato immediatamente di prendere la pillola, gli esami del sangue che mi hanno fatto ripetere quali : t.di trombopl.parz.att, antitrombina III, omocisteina, proteina s libera, proteinac funzionale, resistenza proteina c att. risultano tutte nella norma, così come ecocolordoppler agli arti inferiori, ma hanno riscontrato delle anomalie al e.c.g holter. Infatti, leggo il commento, si riferisce ritmo sinusale costante a fc di 84 B/M (MAX135-MIN 60) rari BEV isolati, monomorfi. Assenza di pause significative. Il giorno stesso e stato chiesto un consulto con l'endocrinologo (che è anche il medico che mi ha in cura), che in base alle analisi e all' ecografia da lui effettuata al momento la tiroide è ormai ridotta ai minimi termini ma per il resto non ci sono anomalie da evidenziare. Passo quindi a fare un eco cardiaca e qui, il cardiologo di pochissime parole, mi consiglia di assumere BISOPROLOLO 1.25 mg dopo colazione per tre mesi, di fare attività fisica ma senza strafare, e di fare attenzione all' alimentazione in quanto risulta che i livelli di colesterolo sono fuori dalla norma, fra tre mesi fare una visita di controllo per decidere se proseguire o meno la cura. Mi leggo il bugiardino e vedo che tra gli effetti collaterali vi è aumento dei trigliceridi, alopecia, ipotensione tutti problemi che ho già di mio.
Quindi, so che posso sembrare eccessivamente diffidente, ma considerato che una penicillina mi ha portato anni fa in ospedale perchè improvvisamente ho avuto una reazione allergica a un medicinale che ho sempre preso e una innocua pillola anche, ora sono molto diffidente su ogni medicinale, vorrei quindi sapere, che cos'è questo bisoprololo, a cosa serve, se è pericoloso e se c'è motivo di preoccuparmi.
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' un betabloccante....agisce contrastando gli effetti del sistema nervoso involontario chiamato simpatico...è una molecola che riduce i battiti cardiaci, riduce la pressione arteriosa e ha anche un effetto "ansiolitico" indiretto (ma non è un tranquillante)....
Sulle indicazioni al suo utilizzo nel suo caso non posso esprimermi, perché noi a distanza e senza quindi né visitare i pazienti, né visionare direttamente i risultati delle indagini diagnostiche, non possiamo consigliare terapie o fare diagnosi.
Saluti