Utente 369XXX
Gentili Dottori,
purtroppo è da settembre che soffro di extrasistoli o aritmie, dovute ad una forte ansia. Sto cercando di fare del mio meglio per curarla, purtroppo a casa non ho una bella situazione, i miei genitori litigano sempre, si alzano anche le mani quindi anche se non voglio intromettermi per poter stare tranquilla alla fine devo farlo per evitare che si facciano male. Anche oggi è risuccesso, ho sentito che si stavano alzando le mani e ovviamente mi sono agitata, avevo la tachicardia, sono dovuta intervenire e hanno iniziato a venirmi come dei colpi al cuore. Piangendo poi questa cosa peggiorava, come se il cuore facesse delle pause. Tralasciando l'episodio familiare, i sintomi sono una cosa grave? A lungo andare potrei avere dei problemi?
Vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Carissima,
sono desolato che lei stia attraversando questo momento così ansiogeno a motivo di genitori "egoisti".
E' giovane, loro hanno scelto di sposarsi, ora di distruggersi, ben sapendo che l'avrebbero risucchiata nel vortice.
E' ammirevole il suo impegno ma se non intraprendono una terapia di coppia chi ne trarrà gli svantaggi maggiori sarà proprio lei.
Lasci che si pestino: magari il dolore fisico li farà ragionare.
E se può vada via di casa: non è giusto che lei faccia psicoterapia di coppia in modo "selvaggio".

In quanto alle sue extrasistoli sono sicuramente legate alla situazione ansiosa che vive. Non sono gravi anzi sono un sintomo molto frequente nella popolazione.

Se le creano ansia, vada a un PS dove le eseguiranno un ecocardiografia e un ECG basale e avrà un'ansia in meno da gestire.

Buona fortuna e non dimentichi che alla sua età ha tutto il diritto di vivere con serenità la sua giovinezza.

Con simpatia.