Utente 137XXX
Gentili medici,
mio suocero di 78 anni, ha effettuato un ecografia dell'addome superiore su consiglio del medico,e questo e' quanto dice:
NEL CONTROLLO ECOGRAFICO ODIERNO SI RILEVA MODICA ECSTASIA DELLE VIE BILIARI INTRAEPATICHE DEL LOBO SINISTRO ED ECSTASIA SEGMENTARIA DEI DOTTI DI DESTRA CON ASPETTO SUBSTENOTICO E DUE LINFOADENOPATIE DI 1,5 CM ALL'ILO EPATICO.
DOPO M.DC E.V (SONOVUE) SI RILEVA AREA IPOECOGENA DI CIRCA 2,5 X 1,5 CM LOCALIZZABILE AL DI SOPRA DEL RAMO PORTALE DI SINISTRA.
IN RELAZIONE ALLA TC E DALL'ESAME PET, I MARKERS ( CA 19,9 = 1140 IN INCREMENTO, I REPERTI APPAIONO FORTEMENTE SOSPETTI PER LESIONE INFILTRATIVA NEOPLASTICA ( COLANGIOCARCINOMA?)
E' CONSIGLIABILE VALUTAZIONE CHIRURGICA.

Quindi abbiamo preso un appuntamento qui a Firenze da un chirurgo consigliatoci dal medico di famiglia.
Il medico ha guardato gli esami, e ci ha detto che non e' facile operare un uomo di questa eta' con altre patologie (morbo del paget, cuore,) e gli ha ordinato di fare un ulteriore tac con mezzo di contrasto.Premetto una cosa molto importante mio suocero sembra lo specchio della salute, sta bene, mangia, peso regolare. non ha dolori, insomma, noi non riusciamo a capire cosa dobbiamo fare , ma soprattutto se si puo' curare, visto che ancora non ha sintomi.
Grazie in anticipo a chi mi rispondera'

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non é facile darle un suggerimento on line, ma .........non mi fermerei a tale parere. Chiederei un consulto con un Centro qualificato di Oncologia per valutare le reali possibilità d'intervento.

Cordialmente ed auguroni.




[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio infinitamente della sua tempestiva e preziosa risposta.
Adesso eseguiremo l'esame che sara' prossima settimana e poi le faro' sapere.
Purtroppo non conosciamo un centro specializzato in questa zona,noi siamo di Firenze,se potesse darmi un suggerimento le sarei molto grata.
Ringraziandola ancora le porgo i miei piu' cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Purtroppo non saprei darle indicazioni in Toscana.


[#4] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Finalmente abbiamo il risultato della TC TORACE E ADDOME COMPLETO SENZA E CON MDC.

ULTRAVIST 370,90 ML.CONTROLLO PRECEDENTE DEL 24/10/2014 IN VEROSIMILE TUMORE DI KLATSKIN.
RISPETTO AL CONTROLLO PRECEDENTE LIEVE INCREMENTO DELLA DILATAZIONE DI ALCUNI RAMI SEGMENTARI E SUBSEGMENTARI DI ENTRAMBI I LOBI SOPRATTUTTO PER IL LOBO SX, RISPARMIO DI QUELLI PER IL 1°,2°,4°,6.
MAL RICONOSCIBILE IL DOTTO EPATICO SINISTRO LUNGO IL SUO DECORSO ILARE EXTRAEPATICO IL DOTTO EPATICO DESTRO E IL COLEDOCO HANNO CALIBRO REGOLARE.NEL PARENCHIMA EPATICO LAMINA IPODENSA CHE SI OMOGENIZZA AL RESTANTE PARENCHIMA IN FASE TARDIVA(VEROSIMILMENTE IN PARTE CORRISPONDENTE ALL'AREA D'INTENSO METABOLISMO RILEVATA ALLA PET NEL LOBO SX>) SI ESTENDE DAL 4° SEGMENTO,SUBITO SOPRA IL RAMO PORTALE SX.LUNGO IL DECORSO DEI RAMI BILIARI ECTASICI VERSO IL LOBO SX NEL 3° SEGMENTO PER 3CM(SPESSORE 1,5)E PER CIRCA 3CM ANCHE A DX(SPESSORE 1,8) NEL 7° SEGMENTO.AREE DI ARTERIALIZZAZIONE ACCENTUATE RISPETTO AL PRECEDENTE,SONO VISIBILI ALLA PERIFERIA DELLA LAMINA IPODENSA,IN PARTICOLARE NEL 4° E 7° SEGMENTO.I REPERTI EPATICI DESCRITTI POTREBBERO RAPPRESENTARE FORMA COLANGIOCELLULARE COINVOLGENTE I RAMI BILIARI INTRAEPATICI LOBARI PERILARI E SEGMENTARI.STABILI I LINFONODI DI DIMENSIONI MASSIME INTORNO A 1,5CM INTERPORTOCAVALI ILARI EPATICI CELIACI E ALLA PICCOLA CURVATURA GASTRICA E SUBCENTRIMETRICI DIMENSIONI IN SE NON PATOLOGICHE INTERAORTOCAVALI,PARACAVALI INFERIORI.
IN SUBGLISSONIANA NEL 4° SEGMENTO IN SEDE TIPICA AREA IPODENSA STAZIONARIA RISPETTO AL PRECEDENTE PUO' RAPPRESENTARE AREA DI STEATOSI FOCALE.LE COLICISTI ED IL DOTTO CISTICO MOSTRANO PARETI ISPESSITE IMPREGNATE DAL CONTRASTO POSSIBILI ALTERAZIONI FLOGISTICHE IN ATTOSTABILE ALLA TESTA DEL PANCREAS FORMAZIONE IPODENSA A PARETI LIEVEMENTE ISPESSITE E PROFILI POLILOBATI DI 3CM,POSSIBILE FORMA TIPO IPMN.
VOLUMINOSO DIVERTICOLO PARAVATERIANO.NEI LIMITI IL PANCREAS.REGOLARE MILZA E SURRENE DX.NODULO DI 1,4 CM VEROSIMILE ADENOMA AL CORPO DELLA SURRENE DX.DIMENSIONI RENI NELLA NORMA,PROFILI POLIOBATI CON FOCALI ZONE DI ASSOTIGLIAMENTOCORTICALE,SIMMETRICA LA PARENCHIMOGRAFIA.


Per favore qualcuno puo' spiegarmi bene cosa aspetta a questa persona e cosa possiamo fare.grazie
cordialmente
[#5] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Siamo stati a visita con i sopra elencati esami,da 2 chirurghi uno a Firenze ed uno a Pisa,tutti e due ci hanno detto la stessa cosa,cioe' che non e' operabile,e di non fare niente in quanto non avendo nessun sintomo per ora mwglio lasciarlo tranquillo.
l'oncologo di Prato che ce l'ha in cura, invece ci ha detto che sarebbe propenso a fare chemioterapia.Io sinceramente ho letto ovunque che per questo tipo di tumore la chemio non fa assolutamente niente,non vorrei che questo pover'uomo dovesse iniziare ancor prima a soffrire per poi non avere nessun tipo di prolungamento di vita,entrando semplicemente prima nel vortice della malattia e degli ospedali,anche perche' lui in questo momento non sa niente e sta bene.
Per favore datemi qualche vostro parere.
Grazie
[#6] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Concordo con i primi due oncologi. Al malattia é avanzata ed i risultati della chemio non possono essere previsti, mentre bisogna considerare gli effetti collaterali.

[#7] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio dottore,purtroppo e' cosi ed anch'io e mio marito siamo per non lasciarlo vivere quello che gli resta tranquillo,ma la sorella di mio marito e' favorevole alla chemio.quali potrebbero essere gli effetti collaterali?
grazie ancora
[#8] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Per sapere gli effetti collaterali deve parlare con l'oncologo in quanto tutto é condizionato dal tipo di terapia, dose e durata (e reattività individuale).



Auguri



[#9] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,qualunque decisione si prende in queste condizioni,alla fine può ingenerare dubbi(sarebbe stato meglio fare o non fare).
Francamente la patologia e' così avanzata ma fortunatamente asintomatica che consente ad un paziente di 78 anni di avere una qualità di vita nonostante tutto soddisfacente.
A mio parere non avrebbe senso rompere questo equilibrio solo per dire che si è fatto qualcosa ..
Semmai riservare terapia di supporto in caso di variazioni delle condizioni cliniche.
Chiaramente e' un parere personale che va confermato dagli oncologi.
Saluti
[#10] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
gentili medici,questi sono altri aggiornamenti in merito:

IL CASO DI LUIGI LAMPARELLIE' STATO DISCUSSO IN SEDE GOM.
A UNA RIVALUTAZIONE DELLE IMMAGINI TC A DISPOSIZIONE E' STATO POSTO IL SOSPETTO DI DEGENERAZIONE MALIGNA DI LESIONE CISTICA DI 3CM DELLA TESTA DEL PANCREAS A TIPOIPMN (NOTA) CON RIPETIZIONI EPATICHE COME DIAGNOSIDEFFERENZIALE CON TUMORE DI KLATSKIN.
E'STATO PERTANTO PROPOSTO DI EFFETTUARE APPROFONDIMENTO DIAGNOSTICO CON :

ECOENDOSCOPIA ED EVENTUALE AGOBIOPSIA DELLA LESIONE.
RMN PER LA QUALE TUTTAVIA SEMBRA ESISTERE CONTROINDICAZIONE (PRESENZA DI RESIDUI DI STIMOLATORI EPICARDICI)
EVENTUALE NUOVO ESAME TC CON MDC.

Ora io chiedo con il cuore in mano a voi medici se ne vale la pena insistere con esami invasivi,se questi ulteriori esami possono aiutarci ad intervenire oppure no,perche' altrimenti noi familiari preferiamo non massacrare questo pover'uomo senza nessun beneficio o prolungamento di vita.
Grazie
[#11] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Fosse un mio paziente non procederei con ulteriori indagini. ..



[#12] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Sempre con i limiti di una valutazione a distanza.
L'astensione sembra essere la scelta più saggia.
Saluti
[#13] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio gentilissimi medici,a malincuore e con tanta difficolta' tutta la famiglia ha deciso di non intervenire ulteriormente ne' con esami ,ne' con cure alternative .Lui per il momento non sa niente e sta bene.Confidiamo nel fatto che essendo anziano,la malattia progredisca lentamente.
Grazie ancora
[#14] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Un grande abbraccio....

[#15] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno ,sono ad aggiornare la situazione di mio suocero,che attualmente sta ancora abbastanza bene.E' sta fatta finalmente una COLANGIO RM.

MOTIVAZIONE CLINICA : INCREMENTO DEL CA-19-9 IN PAZIENTE CON SANGUE OCCULTO POSITIVO COLONSCOPIA DIVERTICOLOSI,PREGRESSA EPT VESCICA.
SI ESEGUE STUDIO DELLE VIE BILIARI COME DA RICHIESTA MEDICA CON SEQUENZE SIMILCOLANGIOGRAFICHE T2 DIPENDENTI E RICOSTRUZIONE MIP.
IMMAGINI PARZIALMENTE DISTURBATE DA ARTEFATTI DA MOVIMENTO.
A LIVELLO DELLA CODA DEL PANCREAS SI RICONOSCE ALCUNE PICCOLE FORMAZIONI CISTICHE CHE SEMBRANO PRESENTARE COMUNICAZIONE CON I DOTTI BILIARI .IL DOTTO PRINCIPALE NEL TRATTO NEL TRATTO CORPO CODA APPARE DI CIRCA 8MM DI CALIBRO E DI ASPETTO IRREGOLARE A LIVELLO DELLA CODA.
A LIVELLO DELLA TESTA DEL PANCREAS SI EVIDENZIA FORMAZIONE ESPANSIVA DI CIRCA 4 CM DI DIAMETRI TRASVERSI MASSIMI DI TIPO MULTICISTICO (MICRO E MACROCISTICO) IN COMUNICAZIONE CON IL DOTTO PANCREATICO PRINCIPALE.
NUMEROSE FORMAZIONI DI ASPETTO CISTICO DI DIMENSIONI MASSIME DI CIRCA 1 CM SI OSSERVANO LUNGO IL DECORSO DEI RAMI PORTALI IN REGIONEPERILARE;TALI FORMAZIONI APPAIONO IPOINTENSE NELLE IMMAGINI T1 DIP,ED IPERINTENSE IN QUELLE T2 DIP.
SI ASSOCIA ISPESSIMENTO DEGLI SPAZI PERIPORTOBILIARI ED E' DIFFICILE STABILIRE L'EVENTUALE COMUNICAZIONE DELLE CISTI CON I DOTTI BILIARI.
ALCUNE ANALOGHE FORMAZIONI CISTICHE ANCHE IN SEDE PIU' PERIFERICA.
MODICAMENTE DILATATE ALCUNE VIE BILIARI INTRAEPATICHE NEL LOBO SN.
RENI DI PICCOLE DIMENSIONI PER RIDOTTO SPESSORE DEL PARENCHIMA; PRESENTI CISTI DI PICCOLE DIMENSIONI BILATERALMENTE.
APETTO CRIPTICO DELLA PARETE DELLA COLECISTI SUL FONDO COME PER ADENOMIOMATOSI .
NON EVIDENZA DI FORMAZIONI LITIASICHE ENDOCOLICISTICHE.
DIVERTICOLO DUODENALE GIA' NOTO.
ADENOPATIE DI PICCOLE DIMENSIONI A SEDE CELIACA E ALL'ILO EPATICO.
ADENOMA SURRENALICO A SN GIA' NOTO.
CR: IL REPERTO A LIVELLO PANCREATICO SUGGERISCE L'IPOTESI DIAGNOSTICA DI IPMN.
DUBBIO IL REPERTO A LIVELLO ILARE EPATICO, PERALTRO GIA' PRESENTE DAL 2011 MA ULTERIORMENTE EVOLUTO:CISTI PERIBILIARI POSTCOLANGITE?
INFORMAZIONI DIAGNOSTICHE AGGIUNTIVE POTREBBERO ESSERE DATE DALLA SOMMINISTRAZIONE DI MDC.

Per cortesia potreste dirmi cosa significa>? ma soprattutto cosa mi consigliate di fare? attendo vostre notizie preziose .
Grazie
[#16] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,la complessità della situazione clinica emersa dalla colangioRM conferma l'orientamento che ho espresso nei contatti precedenti soprattutto se il paziente continua ad avere una discreta qualità di vita.
Se in famiglia persistono perplessità sulla condotta da seguire,solo il consulto in un centro di riferimento potrà soddisfare le vostre domande(senza fare torto a nessuno e per esperienza personale segnalo Verona)
Saluti
[#17] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non posso che confermare quanto già detto in precedenza.

Un cordiale saluto.