Utente 356XXX
Buongiorno, circa 2 mesi fa quasi per caso mio papà ha scoperto di avere la fibrillazione atriale, ha iniziato a prendere il coumadin, atenololo, lanoxin e simvastatina che pre deva già da prima, ha eseguito qualche giorno fa un ecocardiogramma, che ha rivelato un aumento del volume dell atrio sx che ora è di 43mm, la contrattilita è discretamente conservata e anche una lieve insufficienza mitralica e tricuspidale, secondo il nostro dottore di base questi difetti delle valvole sono la causa della fibrillazione, e che in un caso estremo cè la possibilità di un operazione per sostituirle e che l'atrio dovrebbe tornare normale dopo questa, volevo in vostro parere per conoscere meglio la situazione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sd l'insufficienza mitralica e' modesta certamente NON e' la causa della fibrillazione attirare ne' e' da operare.
semai, dopo 4 settimane di trattamento con Coumadin , con INR ben controllato attorno a 2,5 , può' essere presa in considerazione una cardioversione elettrica.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 356XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille dottore, avevo iniziato a preoccuparmi, ma anche guardando su Internet(so che non dovrei) mi sono un po' tranquilizzato
[#3] dopo  
Utente 356XXX

Iscritto dal 2014
scusi dottore se la disturbo ancora, come ha detto lei il cardiologo ha iniziato la procedura per una cardioversione, ha anche ordinato delle analisi, in particolare tsh e ft4.
i valori di ft4 sono normali, mentre il tsh è leggermente sopra il limite(il limite segnato sui risultati è 4,3 mentre mio papà ha 4,4)
questo può in qualche modo cambiare la terapia?
grazie mille per l'attenzione
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No. Non cambia niente
Arrivederci