Utente 162XXX
Buongiorno,
a due anni da intervento di coledocoduodenostomia , mia madre ha ancora dolori tipo colica mai cessati anche se meni frequenti e meno duratori: partono dallo stomaco si diffondono alle spalle e ai polmoni molto intensi da non riuscire a parlare, lasciandola in un bagno di sudore...
Dopo l'ultimo episodio, sono stati fatti il giorno seguente esami del sangue tutti nella norma tranne uno il PCR molto alto a 9.54.
Sono molto demoralizzata vedere mia madre ancora in questo stato dopo l'intervento subito...è terrorizzata a mangiare qualsiasi cosa .
Sono stati fatti anche ultimamente accertamenti quali rmn specifica ed esami vari ma tutti nella norma il gastroenterologo ha ipotizzato che può essere l'ernia iatale trovata dopo gastroscopia...ma anche dopo cura idonea non si è risolto nulla e sinceramente non sa piu che pensare.
A questo punto penso che i dolori non siano dovuti alle vie biliari...ma allora cosa può essere ?
Prima dell'intervento era stata pure vista da un cardiologo...ma nulla..
Siamo in alto mre..e ora questo valore alto..
Attendo con ansia consigli o suggerimenti e ringrazio anticipatamente...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, come lei ha ipotizzato non è detto che la sintomatologia sia necessariamente riconducibile all'intervento di 2 anni fà, nè la pcr è sicuramente riconducibile allo stesso, credo che se il suo curante è d'accordo sia utile una visita gastroenterologica per decidere come pianificare ulteriori accertamenti o un piano terapeutico specifico.
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,sarebbe utile conoscere l'indicazione alla coledocoduodenostomia e le indagini attualmente eseguite per il controllo della funzionalita'della stessa.
Saluti
[#3] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dotttore,
la coledocoduodenostomia è stata fatta per coliche dolorosissime continue non risolvibili con altre terapie mediche.
Già in passato mia madre era stata sottoposta a ercp e a intervento colecisti dopo pancreatite dovuta a calcolosi coledoco.
Si è tentato di eseguire nuovamente ercp ma per problemi di restringimento non è stato possibile.
Sei mesi fa circa mia madre ha fatto rmn colangio (sempre per i soliti dolori) gli è stato detto che la bile scaricava bene.
Ora è stata vista nuovamente da gastroenterologo che l'ha seguita dall'inizio .
Gli sono stati mostrati ultimissimi esami sangue con transaminasi ed ecografia addominale tutto nella norma tranne pcr..
Purtroppo non ha saputo spiegarci il motivo di tali dolori ha detto che in teoria non dovrebbe più avvertirli.
Sinceramente non sappiamo più che fare ..

Ringrazio per le vostre gentili risposte e saluto
[#4] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,anche se solo la PCR e' elevata ,significa che comunque c'è uno stato infiammatorio che comporta probabilmente la sintomatologia dolorosa.A distanza non è facile formulare ipotesi in quanto non si ha la visione completa delle indagini e degli esami di laboratorio eseguiti.Da quanto lei riporta,il problema potrebbe essere ad esempio una infiammazione della parte terminale(papilla)della via biliare.A questo punto il discorso diventa troppo tecnico e va valutato dai colleghi curanti.
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, il fatto che gli esami della funzionalità epatica e di stasi biliare siano nella norma è un punto di partenza importante, la pcr alterata ma soprattutto la sintomatologia dolorosa devono far indagare anche in altre direzioni, ma come già le ho consigliato un buon gastroenterologo deve essere il regista di tutto l'iter.
Saluti