Utente 357XXX
gentili medici .

la problematica che da ansia è la seguente:
ho sfregato il mio pene nudo sulle parti intime di una donna, questa però aveva gli slip. ma mi accorgo che questi si sono bagnati, probabilmente di muco.
la mia domanda è se con queste modalità ho corso il rischio di contagio hiv.
il virus eventuale passando dallo slip può aver mantenuto la sua carica infettiva?

grazie spero sia una domanda legittima
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
la domanda è legittima, perchè non dovrebbe?
Se non vi era sangue nelle secrezioni vaginali (sugli slip si sarebbe visto) e se il suo glande non presentava lesioni, il rischio di essersi infettato con HIV è insussistente.
Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 357XXX

Iscritto dal 2014
grazie infinite per la risposta.

sicuramente sul glande, ad occhio nudo, non c'era nessuna ferita. ma non posso sapere se potevano esserci microlesioni non visibili. in tal caso? c'era rischio? Sicuramente non c'era sangue sugli slip.

inoltre, se posso permettermi di chiedere ancora., dopo rapporto con preservativo usato in modo corretto, c'era la presenza di muco sull'asta del pene, la dove il profilattico non arriva. ci sono rischi possibili? ovvio nessuna lesione, almeno evidente.
grazie mille per la disponibilità
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
ritengo, sia per la prima domanda che per la seconda, che il rischio sia pressocchè zero.
Dico pressocchè perchè de facto la Medicina e l'Infettivologia non sono scienze esatte e quindi l'assoluta certezza non può essere ostentata.
Da come si sono svolti i fatti io fossi in lei dormirei sonni tranquilli.
Una considerazione: i profilattici hanno varie misure: trovi quella più adatta alla circonferenza e alla lunghezza del suo pene.
Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 357XXX

Iscritto dal 2014
grazie mille dottore verrei esporle un mio timore nato da questa ultima scoperta in campo HIV
https://oggiscienza.wordpress.com/2015/02/23/scoperto-un-ceppo-di-hiv-piu-aggressivo/

dal suo punto di vista questa maggiore aggressività del virus può esprimersi anche a livello infettivo?

ossia che potrebbe aumentare la carica virale anche nella saliva e quindi renderla infettiva oppure rendere il virus più potente in ambiente esterno?
o riguarda solo la sua capacità di aggredire l'organismo una volta infettato?
cosa ne pensa?
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
la "divulgazione scientifica" su internet lascia spesso il tempo che trova.
In ogni caso, per ora, questo tipo di virus non è presente in Italia.
Buona giornata.
[#6] dopo  
Utente 357XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore approfitto della sua gentilezza per chiederle ancora una cosa sull'argomento per una "nuova" esperienza.

ho avuto un rapporto protetto da preservativo dall'inizio alla fine. ma essendo goffo e maldestro il problema è nato quando ho sfilato il profilattico. durante tale operazione inavvertitamente ho sfiorato il glande con la parte esterna del profilattico così come, con la stessa mano che ha toccato la parte esterna del profilattico ho toccato, meglio sfiorato, per qualche istante il glande.
vorrei chiederle se questa modalità mi ha esposto a rischio contagio eventuale hiv.
grazie mille.