Utente 372XXX
Salve sono un ragazzo di 33 anni nell'arco di 10 anni o avuto 3 episodi importanti di tpsv risolti naturalmente ,
ieri dopo una settimana di exstrasistole molto fastidiose mi sono recato a Milano da un importante aritmologo, che dopo aver visionato le mie varie cartelle e controlli fatti in questi anni ( holter ,sstudio elettrofisiologico, e test da sforzo ) mi a consigliato l'ablazione nei controlli da lui effettuati ecocardiogramma e elettrocardiogramma ha scritto questo : sono affetto da bev e tpsv quello che mi preoccupa è non capisco è questo atrio sinistro dilatato ( 22.8 cmq ). Im lieve,it lieve .lieve ingrandimento ventricolare destro (32 mm )
In conclusioni volevo sapere queste lievi dilatazioni cosa comportano se sono degenerative se in qualche maniera compromettono nel tempo lo stato di salute e perché avvengono se sono stati sforzi o malformazioni alla nascita .GGrazie anticipatamente saluti


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La dimensione dell'atrio, che lei riporta, sono solo modestamente aumentate e non comportano in alcun modo lo stato di saluto.
Nel suo caso concordo con il Collega aritmologo per un tentativo di ablazione
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Grazie dottore per la risposta e per la sua disponibilità
Se possibile le vorrei porre un ultima domanda ,è possibile che le sigarette fumate e lo stile di vita negli anni hanno portato a questo attuale stato ,
E l'aumento del ventricolo e direttamente associato a l'aumento Dell ' atrio grazie mille dottore


[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L'aumento del volume ventricolare destro e' tipico del fumatore con problemi polmonari.
Spero che abbia smesso almeno di fumare.
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Sì dottore o smesso di fumare ,ma chiedevo nella globalità il quadro che le ho descritto che cosa si potrebbe attribuire la causa principale ?
Ma per la verità non o mai avuto problemi hai polmoni significativi
Tutti i forti fumatori riportano questa caratteristica ?
[#5] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Per la verità quel (almeno )non riesco a dargli il peso giusto al messaggio che lei vuole trasmettermi .devo preoccuparmi ?
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non so per quanti anni le abbia fumato. Sta di fatto che l aumento del ventricolo destro è verosimilmente legato a quello
L importante ora è pensare ala possibile ablazione
Arrivederci
[#7] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Grazie dottore per le celeri risposte ,comunque o fumato per più di 15 anni , E una situazione che può essere risolta ,ssi può diminuire la grandezza ventrilocolare
,con la riuscita dell'ablazione può rientrare grazie ,apprezzo la sua pazienza dottore mi scuso delle domande è che vorrei alleggerire il mio stato d'ansia con l'apprendimento del problema

[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L'importante e' che non aumenti il volume ventricolare, ritornare indietro e' più difficile. Anche i suoi polmoni hanno subito danni non recuperabili in questi 15 anni di fumo, ma la maggior parte delle guerre e' stata vinta con battaglie di trincea e non all'assalto alla baionetta. L 'importante e' non indietreggiare.
Riduca il peso corporeo, cammini almeno un'ora al giorno, e provi questa ablazione.
E si tranquillizzi
[#9] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Va bene grazie sinceramente leggendo tra le righe delle sue risposte non riesco proprio a tranquillizzarmi grazie mille
[#10] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Dottore devo prendere atto del fatto che a 35 anni non posso più dire di aver un cuore normale e probabilmente un aspettativa di vita ridotta e non con una camminata e qualche kg in meno possa risolvere il problema ?
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L aspettativa di vita ridotta è una sua personale opinione
Lei ha un cuore con qualche problema che può essere risolto:
1 con l ablazione
2 riducendo il peso corporeo
3 camminando almeno un ora al giorno