Utente 548XXX
Buongiorno dottori, tutta la mia storia è ripostata qui:

http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=27055

sono alle prese con la candida glabrata ormai da febbraio, o megli sono risultata negativa solo verso marzo e da allora non se ne è più andata.

La ginecologa che mi sta seguendo, dopo ogni tampone positivo, si ostina a darmi cure che consistono nel prendere due compresse di sporanox al mese, l'ultima la devo fare tra qualche giorno. A livello locale non mi sta facendo applicare nulla per non sconvolgere l'ambiente vaginale (al max lavaggi con bicarbonato o ovuli AB300 in caso di fastidi più forti). Mi ha detto che se anche stavolta non risultassi guarita dopo il tampone, mi farà fare il vaccino.

Essendo così difficile da curare, il modo di affrontarla mi sembra un pò leggero, cosa mi dite?

grazie
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
16% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Gentile utente il problema non è tanto la candida glabrata che è stata isolata che un saprofita ed "approfitta" delle situazioni anomale, come può essere un'infiammazione cronica del distretto genitale la cui causa va indagata a livello ginecologico,urologico,gastroenterologico,talvolta anche allergologico vedi allergie da contatto al lattice o componenti le lavande vaginali ed i prodotti per l'igiene intima in genere.
Cari saluti
[#2] dopo  
54888

dal 2008
grazie della risposta

purtroppo credo che la causa siano gli antibiotici che ho dovuto assumere per sconfiggere la cistite, circa otto cure in pochi mesi.

Ora mi resta la candida, sia a livello vaginale che uretrale, che non va via.

I rapporti con il partner sono sempre protetti e la candida non è risultata nemmeno a livello intestinale che dall'urinocoltura.
[#3] dopo  
54888

dal 2008
grazie della risposta

purtroppo credo che la causa siano gli antibiotici che ho dovuto assumere per sconfiggere la cistite, circa otto cure in pochi mesi.

Ora mi resta la candida, sia a livello vaginale che uretrale, che non va via.

I rapporti con il partner sono sempre protetti e la candida non è risultata nemmeno a livello intestinale che dall'urinocoltura.