Utente 372XXX
Buongiorno. Circa 3 anni fa ho cominciato a soffrire di forte asma , nausea e conate di vomito e continue tachicardie. Per l'asma inizialmente mi era stato prescritto broncovaleas. Ho fatto una gastro dove è risultata una piccola ernia iatale con reflusso gastro esofageo e per questo mi hanno prescritto pantoprazolo. peridon o levobren se mi sentivo ansioso e gaviscon dopo i pasti. Per il cuore sono andato in una clinica dove mi hanno fatto holter di 15gg , eco cuore dove è uscita rigurgito da billowing, lieve insufficienza al tricuspide , test da sforzo. Alla fine il cardiologo mi ha detto che ho un cuore sanissimo e che dovevo solo camminare un pò. Dopo mesi la mia situazione sembrava peggiorare . Sono stato più volte in PS per tachicardia parossistica sopraventricolare con il cuore che arrivava quasi a 200 battiti. Ho cambiato cardiologo e lui mi ha prescritto isoptim 40mg mattina e 40 mg sera e mi ha detto di stare attento con la dieta. Inizialmente andavo bene ma a lungo andare la situazione si è ripresentata. Soffrivo di questi episodi soprattutto dopo pranzo.Il cardiologo mi ha portato a 80mg la mattina e 80mg la sera. Prima del 25 gennaio di quest'anno ho mangiato una fetta di torna , un bicchiera di spumante , patatine fritte e wrustel. Ad un certo punto ho sentito il cuore cominciare a battere davvero male. Continui tonfi al petto , capogiri molto forti , sudore , conate di vomito (tipo schiuma).Ho peso 2 isoptim e sono andato in ps dove mi è stata diagnosticata tachi aritmia da fibrillazione atriale con 300btm. Ho avuto anche un episodio successivo dopo una 10 di giorni , ma non così forte ed il mio cardiologo ha deciso per uno studio elettrofisiologico con eventuale ablazione. Siccome mi sono spaventato non ci sono andato. Nel frattempo ho avuto anche un episodio di ematemesi , dove mi è stato consigliato di ripetere la gastro (che non ho fatto). Ho cambiato cardiologo e lui mi ha prescritto 100mg di almarythm mattina e 100mg di sera e anche lui mi ha consigliato l'ablazione. Io ho deciso di continuare la terapia farmacologica. Il problema che spesso avverto tonfi al cuore. Mi sono comprato un holter ed ho premuto il bottone quando avverto queste aritmie. Le ho inviate al mio aritmologo e mi ha detto che non sono nulla e di continuare con la terapia. Ora precisando che sono anche molto ansioso volevo sottoporre anche a voi una parte dei risultati dell'holter di questa notte , visto che così ce ne sono tantissimi altri, per sapere se effettivamente posso stare tranquillo o meno.
dl.dropboxusercontent.com/u/1025959/ECG/1.jpg
dl.dropboxusercontent.com/u/1025959/ECG/2.jpg
dl.dropboxusercontent.com/u/1025959/ECG/3.jpg
dl.dropboxusercontent.com/u/1025959/ECG/4.jpg
dl.dropboxusercontent.com/u/1025959/ECG/5.jpg
dl.dropboxusercontent.com/u/1025959/ECG/6.jpg
Saluti e grazie anticipatamente
Francesco

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Un paziente cosi' giovane, che abbia una storia di TPSV e di fibrillazione attirare deve essere sottoposto a studio elettrofisiologia ed un tentativo di ablazione.
Va raccomandata altresì la terapia con una iniezione di eparina a basso peso molecolare in caso di f.a. (puntura nella pancia) ed una profilassi antiaritmica come sta facendo.
La saluto
[#2] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio dott per il consulto. Ho paura a sottopormi allo studio elettrofisiologico, come le anticipavo sono un soggetto molto ansioso. Non so se ha avuto modo di vedere i traccaiti che le ho allegato. Come mi ha detto il mio aritmologo non c'è nulla da preoccuparsi , oppure me lo ha detto solo per tranquillizarmi?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
nei tracciati non c'e' niente. Ma ha avuto episodi documentati di f.a. e pertanto e' a rischio embolie.
Le consiglio vivamente di sottoporsi a studio elettrofisiologia ed ablazione
saluti
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi non è lei che deve sapere se ha una f.a. O meno
Ma il suo dottore ed il suo cardiologo.
Lei ha scritto che in PS sono stati riscontrati episodi sia di TPSV a che di fibrillazione.
Per tale motivo le consigiO vivamente di eseguire un tentativo di ablazione, nel frattempo iniezioni di eparina o Coumadin.
Arrivederci