Utente 265XXX
Buongiorno dottori,

sono un ragazzo di 23 anni e vi spiego la mia storia.
Premetto che sono un ragazzo molto molto ansioso ed ipocondriaco ( mi sono accorto di esserlo 10 anni fa quando è morta mia madre per un tumore).
Tutto iniziò 10 anni fa, appunto dopo la morte di mia madre, sono iniziate le mie paure a livello di salute, e mi sono ''fissato'' su diversi punti: avevo paura di avere cardiopatie (mio padre fu operato 30 anni fa per la sostituzione della valvola mitralica, dovuta ai forti reumatismi che ebbe da bambino e che non gli furono curati), puoi le paure si sono spostate a livello pneumologico, poi a livello ematologico, poi a livello scheletrico e così via.
Dopo anni di sofferenza ho deciso di recarmi da uno psicoterapeuta per farmi seguire, ma le mie paure si alimentano sempre di più.
Ieri sera, anzi a dir la verità stanotte, (erano le 2, e so di avere da anni un ritmo di vita sballatissimo, vado a letto ogni notte alle 2 - 2.30) per svegliarmi alle 10-30 11), per curiosità ho misurato i battiti del cuore e erano tra i 54 e i 60 bpm (però stamattina ho notato che facendo attività di tutti i giorni i battiti sono tra i 65 e i 70 bpm ora sono 66), alchè mi sono allarmato moltissimo e su internet ho trovato la bradicardia, non ho altri sintomi ho solo il terrore di avere qualche cardiopatia per via di mio padre.
Ho effettuato negli ultimi anni 2 ecocardiogramma e diversi elettrocardiogramma, tutti cono esito negativo e i dottori mi dicevano che avevo un cuore sanissimo, però non riesco a non pensare al peggio.
Come ho detto all'inizio soffro molto di ansia, infatti quando sto seduto non riesco a tenere le gambe ferme (le faccio tremare sempre) a volte ho respiro corto (che dura il tempo in cui mi fossilizzo su di lui) ed ho pensieri negativi.

Dottori, cosa ne pensate?

Scusate per la lunghezza del consulto.

e vi ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
lei non deve postare domande in area cardiologica, perchè i suoi problemi non sono cardiaci e quindi noi non possiamo esserle dialcun aiuto. Lei deve contattare l'area psichiatrica, poichè ha probabilmente bisogno non solo di un supporto psicologico, ma di farmaci neurologici. Spero che comprenderà
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
Caro dottore la ringrazio per la risposta, lei quindi reputa che il problema grande è solo a livello psichiatrico? Ho un'ansia assurda da quando ho postato la domanda
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Direi proprio di si...
[#4] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
dottore però mi sorge una domanda, come mai stanotte i battiti erano fra i 54 e i 60 bpm? può parlarsi di bradicardia?
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Senta, lei continua a formulare la stessa domanda e non legge quello che le scriviamo....è normale avere battiti lenti notturni, ma non è normale la sua ansia.
Saluti