Utente 373XXX
Salve gentili dottori ,questa mattina mi sono recato al PS( ho 29 anni) per una fitta tipo pungitura e extrasistole molto forte mi sono stati fatti vari esami fra cui ecg negativo rx torace negativo e esami del sangue , fra cui cpk, mioglobina e troponina , siccome questi esami sono risultati nella norma addirittura la mioglobina un po bassina, il medico mi ha detto che è tutto ok ,ma io ho letto che ci vogliono almeno 3-4 ore prima che possano aumentare in caso di infarto?O dopo mezz’ora può già aumentare qualche valore dei tre è il caso che li ripeti, anche se ora non ho più alcun sintomo?
p.s dall' elettrocardiogramma se ce un problema si può evincere subito?
Cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
posso rassicurarla perchè la mioglobina è un enzima assai sensibile di citomiocardionecrosi: il picco viene raggiunto dopo due - quattro ore dall'evento ischemico e pertanto tra tutti gli enzimi cardiaci è un marcatore assai precoce di IMA ed è dotato di un valore predittivo negativo del 98%.

La sua mioglobina sotto il livello minimo del range può rassicurarla che la causa della sua algia toracica non è stata legata a una ischemia cardiaca.

In quanto all'ECG invece, può nelle fasi precocissime e nel così detto infarto non Q risultare falsamente negativo, specie a un occhio inesperto.
E' pertanto d'obbligo l'integrazione con i dosaggi enzimatici.
Conclusione: lei può essere tranquillissimo di non avere avuto un infarto. Forse un dolore nevralgico banale.
Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille per la celere risposta Dr Caldarola , allora la mioglobina ELFA è 16< ed i valori di riferimento sono 17,4 - 105,7 ng/ml quindi ragionevolmente più bassa , vorrei chiederle un altra cosa visto la sua gentile disponibilità,il tutto mi è cominciato a Dicembre con questi "attacchi" tipo senso di svenimento e una cosa che noto che a parita di esami effettuati ieri mattina tutti perfettamente nella norma appena succede che mi agito (appunto ieri) avendo una pressione arteriosa di basa di 110/120 sistolica 80/70 diastolica, mi è arrivata a 160/90 abbassata poi con 15 ggt di tranquirit, io ho comunque effettuato un holter pressorio (ma ero abbastanza agitato a d ogni misurazione guardavo il timer) le elenco sommariamente i risultati

Riepilogo Totale
MED STD MIN MAX Dipping
sistolica 132 10.87 mmhg 109( 03:13 ven) 156(11:15 ven) 8.3
diastolica 80 11.52 mmhg 49(03:13 ven) 114(11:14ven) 24.4
PAM 100 9.87 mmhg 72 130 14.9
pressione polso 51 10.22 mmhg 34 77
frequenza cardiaca 93 11.78 bpm 71 125

pz dipper
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
e' evidente che Ella è un ansioso con tutto quello che questo comporta sulla frequenza cardiaca e sui valori di P.A.

Sarebbe interessante intanto conoscere dove ha effettuato l'Holter Pressorio (spero non in Farmacia), e la minima di 114mmhg in che circostanza si è verificata (magari l'ha annotato sul diario accluso).
Che vi sia un comportamento dipper della sua P.A. è un altro elemento tranquillizzante.

I soggetti con queste forme di andamento pressorio, traggono molto giovamento da dosi modeste o assai basse di beta litici.
Parliamo di dosaggi veramente assai bassi: nel range di 1.25/2.50mg di Bisoprololo, per esempio.
Ma deve parlarne con il curante.

In ogni caso allo stato attuale e secondo i risultati dell'ABPM non si può parlare di lei come di un iperteso ma di un ansioso. Molto ansioso!

Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Grazie della sua risposta come sempre esaustiva! le faccio ancora un ultima domanda(spero di non essere troppo seccante) oggi ho ritirato anche il referto dell'holter cardiaco :riporto ciò che ce scritto

conteggio battiti
battiti normali
cont 112.053
percent 99,9
max /hr 6.063 il mar 17 ore 16:00;00

battiti VE
cont 0
percent 0,0
max/hr

battiti SVE
cont 42
percent
max/hr 7 il merc 18 ore 05:00:00

battiti stimolati
21
0,0
max/hr 15 il merc 18 16:00:00

fc max 122 bpm merc 18 ore 11:26:00
media FC 77bpm
fc min 54 bpm il merc 18 ore 08:08:00 pausa 0

tachicardia 0 bradicardia 0

aritmie ventricolari VT 0 - FA 0 episodi
salve V 0 - TSV 0 coppia 0 tripletta 0 SVE 42 0,=% di battiti totali

risultati
ritmo sinusale
aritmia sinusale respiratoria
non evidenza di extrasistolia ventricolare

A parte sapere se va bene dottore, può il tranquirit alterare e quindi mascherare eventuali aritmie o il risultato sarebbe stato lo stesso anche senza l'assunzione di quest 'ultimo
Cordialità
[#5] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
P.s ogni tanto o queste piccole fitte di tipo puntorio trafittivo sul pettorale sinistro posso stare tranquillo dottore ancora grazie mille !
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Caro signore,
Le ho già spiegato che lei è un "grande ansioso".
Il Tranquirit non altera i risultati dell'Holter ECG, il cui referto parla chiaro.

Ai dolori puntori sul pettorale sn non ci faccia caso: il dolore cardiogeno non si esprime con un dolore puntorio della durata di pochi secondi.

Sia sereno.

Vive cordialità.
[#7] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissimo dr Caldarola ,la risposto in merito a quello che mi ha chiesto sulla minima di 114 ,ero al PS molto agitato! l'holter pressorio mi è stato messo presso una clinica privata della mia città ma non mi hanno dato alcun diario...Oggi ho avuto un altro attacco di panico pero avevo preso il tranquirit ,mezz ora prima e la pressione era di 136/76 con 96 bpm , lo provata prima a casa (mia madre è un infermiera in pensione), con sfignomanometro, mi hanno detto che quelli elettronici non sono molto attendibili e la pressione era di 110/78 quello che le chiedo per togliermi qualsiasi dubbio sulla mia pressione e quante volte al di posso misurarla ,in che circostanze e se ci sono orari precisi e per quanto io la possa monitorare nel tempo per tranquillizzarmi .
Cordialità.
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Carissimo,
i misuratori automatici di P.A. sono inattendibili e inaffidabili, a meno di non comprare apparecchi del costo di parecchie centinaia di eur.

I migliori sfigmomanometri sono quelli a colonnina (prima di mercurio ora sostituito con succedanei a basso impatto ambientale) e quelli aneroidi che però devono essere di buona qualità e che vanno tarati ogni sei mesi.
Entrambi vanno usati con lo stetofonendoscopio scartando quelli che hanno quest'ultimo inserito nel bracciale.
E' regola primaria che tra bracciale e stetofonendoscopio non vi debba essere nessun contatto per evitare rumori parassiti che possono inficiare la rilevazione dei toni di Koroktoff.

Lei ha una madre infermiera in pensione che sicuramente conosce queste regole, e che può "sfruttare".

Non sia tuttavia ossessivo nè con sua madre nè con se stesso: misuri la pressione una volta alla settimana al mattino e nel pomeriggio.

Una plurimisurazione giornaliera è del tutto inutile.
Tenga presente che la pressione varia per mille cause, in primis l'ansia, quindi è saggio effettuare due misurazioni a distanza di 3 - 5 minuti l'una dall'altra e prendere come valore quello più basso.

I valori pressori che lei riporta sono nel range di assouta normalità.

La puntata di 114 mmhg in PS è priva di significato clinico perchè espressione di reazione alla paura!

Le ribadisco: sia sereno.
Con simpatia,