Utente 370XXX
Gentilissimi Dottori,

ho già scritto qualche mese fa nel settore Gastroenterologia, perché tutti i miei problemi nascono da lì.. ossia brutte crisi di dolori viscerali all' addome con diarrea, ma non sempre, areofagia, meteorismo..sono quasi due anni che non ho una vita normale a causa di questi sintomi, ma la cosa che proprio mi deprime è il dolore, è improvviso, non ne ho il controllo, spesso corro in prontosoccorso. Venti giorni su trenta ho un dolore fisso nella zona iliaca dx, si irradia nella zona lombare e spesso scende all' inguine.

Ho fatto ogni esame possibile da quelli del sangue, quelli per celiachia, breath test lattosio/lattulosio, ecograf.addome completo, colonscopia e in ultimo tac con mdc addome e pelvi. Ogni esame è risultato negativo.

Un anno fa la mia ginecologa comincia a sospettare endometriosi, dato che nei giorni di ciclo sto male il triplo. Il primo giorno è un pianto più degli altri. Mi fece fare una rmn con contrasto ma non risultò nulla.

Oggi mi ritrovo nella stessa identica situazione d sempre, oramai i medici dicono che è stress, somatizzazione, ansia.. ma io non posso credere che sia solo quello. Non posso! Fatto sta che non ho una vita, non ho un giorno di serenità, senza alcun dolore.
Ho fatto il controllo dalla ginecologa due settimane fa e lei mi ha detto che crede fortemente che io abbia endometriosi e che purtroppo è una diagnosi molto difficile se la malattia è in uno stato primitivo. Capita regolarmente infatti che venga scoperta effettivamente dopo molti anni, Comunque ho anche un polipo endometriale per cui lunedì ho appuntamento per isteroscopia diagnostica.

La ginecologa vuole provare con la pillola, per vedere come va.. io ho dei problemi della coagulazione del sangue, ossia fattore V Leiden e MTHFR mutati e omocisteina alta (prendo acido folico) per cui sto aspettando l'appuntamento con l' ematologo per capire se posso prendere questa benedetta pillola magari facendo eparina.. non lo so..me lo dirà lui...
Sono anche calata 17kg perché ne avevo bisogno fisicamente e anche perché ritrovandomi quest' intestino che fa tutto da solo, sto attentissima a quello che mangio.

Nel frattempo vi chiedo consigli, se ne aveste, o forse rassicurazioni... non lo so...
so solo che non riesco più a vivere in questo modo. Ho 27 anni e soffro ogni singolo giorno. So di esser comunque fortunata perché ci sono patologie molto più gravi, ma io non so proprio più in che modo andare avanti.

Vi ringrazio, veramente, per avermi dedicato attenzione.
Sto diventando matta.

Grazie ancora e buon lavoro a tutti voi.
[#1] dopo  
Dr. Marco Mongelli
24% attività
4% attualità
12% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Salve,
dal suo racconto (dolori 20 giorni su 30 da circa due anni) è evidente che, a parte la patologia di base che è in fase di diagnosi, soffre di un dolore cronico importante.
Continui l'iter diagnostico facendosi seguire dalla collega, ma nel frattempo potrebbe consultare un centro di terapia del dolore per cercare di tenere sotto comtrollo la sintomatologia dolorosa.
[#2] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
Grazie moltissime per la risposta Dottore.

Buon lavoro!
[#3] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
Buon giorno,

scrivo per aggiornare la mia situazione. L'ematologo dopo una supercura e altre analisi specifiche mi ha dato il nullaosta per la terapia estroprogestinica. Devo fare analisi ogni due mesi e stare sotto suo controllo.

Così la ginecologa mi ha prescritto la pillola.
Ieri cominciano i dolori (che oramai solo il toradol mi fa passare) le perite tipo spotting, ma non ho cominciato la pillola sapendo che devo prenderla il primo giorno effettivo di ciclo. Oggi continuano le perdite, ma veramente scarse. In effetti domani sono 28 giorni precisi dallo scorso ciclo

Sarà il polipo che fa questo? Sono in lista per isteroscopia operativa.
Faccio bene ad aspettare il vero flusso per cominciare la pillola?