Utente 362XXX
Buongiorno,

Sto allattando il mio secondo bimbo e non mi è ancora tornato il ciclo; dopo un mese e mezzo circa dal parto ho inserito la spirale al rame ed è sndsto tutto bene a parte qualche piccola perdita e leggerissimo crampetto iniziale. Tutto a posto anche al controllo dopo un mese. Solo che spesso ho delle perdite ematiche, qualche goccia di sangue, non legate a precedenti rapporti sessuali, con doloretti leggeri tipo pre mestruali. Vorrei sapere se è normale o se può essersi spostata la spirale anche se toccando i fili mi sembrano al loro posto...cosa mi consiglia di fare?

Quali sono i sintomi nel caso in cui si fosse spostata? O cos'altro potrebbe essere?

Grazie e saluti.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La SPIRALE al rame (IUD) a differenza dello IUS (sistema intrauterino orrmonale al levonorgestrel ) può dare dei flussi mestruali più abbondanti e per questo ciò che lei riferisce rientra quasi nella norma.
Quando lo IUD (spirale) si sposta oltre a dare dei sanguinamenti continui, si associa quasi sempre a contrazioni uterine per l'espulsione del mezzo contraccettivo-
SALUTI
[#2] dopo  
362820

dal 2017
Grazie della risposta,

Dei cicli abbondanti me ne avevano parlato ma io non mestruo ancora, sto allattando quindi pensavo di non avere perdite fino al capo parto. Invece in questo ultimo periodo ogni giorno quando faccio la pipì riscontro delle perdite e ho dei leggeri crampi nel basso ventre...
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Questo non è normale deve provvedere.
SALUTI
[#4] dopo  
362820

dal 2017
Buonasera, scusi se la disturbo ancora. Ho fatto la visita dalla mia ginecologa e la spirale risulta in sede anche se è scesa un po' ma mi è' stato detto essere ancora efficace. Nel mentre mi è venuto il ciclo a ogni settimana mi capita di avere qualche perdita di sangue e qualche doloretto....non tutti i giorni ma spesso. Sto ancora allattando, crede che le finte azioni in tutto da questo possano influire e che suo di una volta smesso passerà tutto oppure la finirai e mi da questi problemi indipendentemente dall'allattamento? Mi consiglia di toglierla? Non voglio passare l'estate con questi disturbi...prenderei la mini pillola ma soffra di ipercolesterolemia genetica, è sconsigliata? Grazie dei consigli che mi darà
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se lo IUD è spostato va rimosso.
La minipillola , contiene soltanto un progestinico , a differenza della pillola classica che contiene estrogeni + progestinico , e per questo motivo non interferisce con il metabolismo lipidico , altrimenti deve pensare seriamente all'inserimento dello IUS ormonale (Jaydess)
SALUTI
[#6] dopo  
Dr. Marco Piermatteo
36% attività
4% attualità
16% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
gentile signora mi inserisco nel consulto ed esprimo il mio parere, in buona parte concorde con il dr Blasi, ma con qualche annotazione. Per prima cosa deve comprendere che durante l'allattamento la contraccezione ormonale è consentita solo con i prodotti a base di progesterone, altrimenti si passa a metodi non ormonali come il profilattico o lo IUD al rame. La contraccezione con soli progestinici può essere orale (pillola continuativa) intrauterina o sottocutanea. In prossimità del parto (mi sembra di capire che ha partorito da pochi mesi) il sistema intratterranno potrebbe "calzare" male perché la cavità è ancora ampia, quindi opterei più su Mirena che non Jaidesse che è piuttosto piccola, ma la possibilità che il dispositivo si sposti è sempre presente. Unica valida alternativa è l'impianto sottocutaneo (Nexplanon) utilizzato moltissimo all'estero e ancora poco in Italia. Il problema è che detti dispositivi, ma anche la pillola progestinica continuativa, hanno tutti il sanguinamento come frequente effetto collaterale dei primi 3-6 mesi d'uso, effetto riportato anche sulla scheda tecnica. Difficile quindi riuscire a proporre la contraccezione progestinica (che sia pillola, IUS o impianto) in una donna che già si lamenta di un sanguinamento anomalo. Sperando di esserle stato di aiuto nella scelta, saluti, M. Piermatteo
[#7] dopo  
362820

dal 2017
Innanzitutto grazie mille per le risposte!! , ho partorito da 7 mesi e da circa 5 ho la spirale al rame. Quindi l'impianto sottocutaneo non da' i sanguinamentomi come effetti collaterali? Io non avevo mai inserito una spirale ne' ho mai assunto la pillola e non ho mai sofferto di spotting o sanguinamenti anomali prima di mettere lo IUD. La mia ginecologa dice che è leggermente scesa ma che è ancora efficacie e quindi non va rimossa...non mi è solo chiaro se teoricamente una volta smesso di allattare la situazione dovrebbe normalizzarsi oppure no: se mi dite che probabilmente avrò questo disturbi indipendentemente dall'allattamento credo che andrò a rimuovere il prima possibile il dispositivo perché ho spessissimo fastidiosi crampetti; se invece potrebbero passare smesso di allattare (cosa che credo di fare ancor per qualche mese) cercherò di tenete duro!

Grazie
[#8] dopo  
Dr. Marco Piermatteo
36% attività
4% attualità
16% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
Mi scusi ma non mi sono spiegato bene. TUTTi i prodotti con solo progestinico, quindi pillola, Ius o impianto, posso dare sanguinamento nei primi mesi. Il sanguinamento attuale, probabilmente dovuto all'associazione IUD+allattamento, potrebbe persistere anche dopo l'allattamento, così come i piccoli crampi che sono legati alla presenza di un corpo estraneo dentro l'utero: questo sintomo ovviamente non ci può essere quando si utilizza un dispositivo come l'impianto sottocutaneo. Saluti, M. Piermatteo