Utente 373XXX
Salve a tutti i medici,

sono fidanzato da 6 anni circa e convivo, ho 31 anni.
Qualche mese fa ho fatto un esame eco color dopler dinamico penieno per dei problemi di disfunzione erettile che mi affliggono da 4 5 anni.. inizialmente erano più lievi e in quest'ultimo anno più gravi, visto che in molti casi non funziona nemmeno con i vari cialis once a day, cialis 10, levitra 10, viagra 50. In alcuni casi riesco con questi farmaci e parecchie altre volte no, nemmeno con il loro aiuto. Inizialmente avevo una buona risposta da questi farmaci.
Gli insuccessi negli anni hanno aggravato il rapporto con la mia partner, con varie litigate e discussioni soprattutto in quest'ultimo anno e questi ultimi mesi dove mi sento parecchio bloccato e molto giù.

Questo è l'eco color doppler che ho fatto in un noto centro a Roma, lo linko
https://dl.dropboxusercontent.com/u/67013730/ecocolordoppler.jpg

a detta di un andrologo vedendo questo eco color penieno non ho nessun problema fisico e avrei solo problemi di natura psicologica.

Non contento ho provato a fare un esame Rigiscan notturno che linko https://dl.dropboxusercontent.com/u/67013730/rigiscan.jpg

Secondo il medico del rigiscan, al contrario dell'altro, non ho nessun problema psicologico, o comunque solo lieve, ma ho un problema vascolare evidenziato dal rigiscan che mostra erezioni notturne che non hanno una consistenza tale da avere dei rapporti ottimali. Dice che alcune sono buone ma sono poche.. e quasi tutte non hanno la rigidità giusta, ho quindi alcune volte delle erezioni buone ma altre non buone ma è una cosa altalenante e non prevedibile perchè la situazione vascolare non è sempre uguale in ogni momento ma può cambiare.

I miei dubbi derivano dal fatto che mi è capitato una settimana fa di avere rapporti di 10 15 minuti senza prendere nessun farmaco.. e qualche giorno dopo riprovare con il viagra da 50 e non riuscire.. ho molta confusione...

E' corretto l'esito del rigiscan? anche secondo voi ho un serio problema e dovrò rimanere sempre così?

La cosa che mi mette dubbi è che questa situazione è peggiorata negli anni.

Volevo sentire qualche altro parere sugli esiti di questi due esami, non so più che pensare.

Vorrei eventualmente un consiglio si qualche altro esame piu approfondito che posso fare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,riferire rapporti soddisfacenti senza aver assunto farmaci proerettili ridimensiona le conclusioni diagnostiche del rigiscan test.Gli anni da cui soffre di disfunzione erettile consigli di rifarsi allo specialista che maggiormente la convince.Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Gent.mo Dott. Izzo,

Non ho detto che siano stati soddisfacenti i rapporti senza assumere niente.. Diciamo che me li sono fatti andar bene ma li ho fatti tutti e tre stando sotto senza sforzarmi troppo.. Cambiando posizione e mettendomi sopra quasi sempre perdo l'erezione e poi non riesco a riottenerla.
All'inizio della mia storia non avevo questi problemi e riuscivo a farlo anche due volte ogni due o tre giorni.. Quindi diciamo 4/6 volte a settimana. Ora invece in 10 giorni non sono riuscito nemmeno una volta.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non si confona ulteriormente le idee e faccia riferimento ad un andrologo reale.La posizione,il periodo refrattario tra un rappoto ed un altro nonche' la frequenza dei rapporti,non cambiano una diagnosi che vede il meccanismo erettile potenzialmente valido.Cordialita'