Utente 373XXX
Buondì,vi spiego velocemente ma dettagliatamente cosa mi sta succedendo,2 giorni fa mi sono stirato/strappato al retto femorale (non lo so cosa sia precisamente ho l'eco fra 2 giorni) a una partita di tennis,la sera stessa di questo stiramento,mentre ero a letto(tra l'altro stavo meditando) inizio a sentire un formicolio continuo che non andava via,(leggero,non formicoli di quelli pesi che ti svegli la notte da quanto sono forti) come una corrente sotto i piedi.Il giorno dopo appena sveglio sara perchè pensavo allo stiramento visto che mi dava veramente fastidio il formicolio non lo sentivo o almeno non ci facevo caso,ma lo rinizia a sentire mentre ero al pc nel pomeriggio....Ansia ,paranoie mi sono assalite( lo ammetto sono ipocondriaco,ma porca miseria urta una cosa del genere)....Ansia è persista con pensieri negativi su questo formicolio,perchè l'errore è stato girare su internet detto francamente che mi ha portato a questo stato emotivo....Fatto sta la sera vado a letto e mi parte formicolio anche alle mani,e alle gambe pero diverso dai piedi,ovvero che ne so,piccolo formicolio su una nocca,dopo 3 secondi spariva,cosi costante in vari parti delle mani e idem alle gambe ...e questo avveniva con un alternamento tra pulsazioni e formicoli(pero questo solo a mani e piedi,anche perchè alle gambe era cosa leggerissima,per esempio oggi non ho gia piu nulla),sicchè altre paranoie perchè non bastavano solo i piedi ma ora ci si dovevano mettere anche le mani e le gambe ,sicchè da li ho iniziato in pratica ad avere ogni tipo di sintomo da ansia,da sudorazione ai piedi e mani(fino alla mattina),un po di tachicardia,e nodo alla gola,insomma mega mix di sintomi derivati da ansia e stress della situazione....Vorrei sapere un pò come muovermi,io avevo pensato di andare dal medico e sentire cosa mi dice ,ma vorrei sapere anche da voi se conviene o no,se è una cosa derivata da un fattore psicologico,derivato dallo strappo/stiramento,insomma in linea generale cosa ne pensate,cordiali saluti,e lo so avevo detto che spiegavo velocemente ma qua sembra di leggere un libro di steven spielberg ....Ps:la categoria non sapevo quale mettere spero vada bene lo stesso

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile signore, i sintomi che riporta non sono dipertinenza cardiologica. Se siano secondari all'ansia o a problemi oggettivi non posso essere io a dirlo. Le consiglio innanzitutto di rivolgersi al suo medico curante, che potrà visitarla e stabilire se ci sia o meno indicazione a ulteriori approfondimenti specialistici.
Cordialmente